I parchi avventura per trovare lavoro

0
439

Anche la natura e il tempo libero possono diventare un’occasione per trovare lavoro. Con questo obiettivo Vivilbosco ha deciso di promuovere a breve un corso di formazione per Operatore di parco avventura che si svolgerà presto a Bosco d’Alcamo. La sicurezza dei parchi avventura, con i loro percorsi sospesi a diverse quote da terra dipende da tanti fattori: tra questi, in primis la professionalità degli addetti. Ad essi è infatti affidato l’indispensabile addestramento del pubblico, la vigilanza e gli interventi sui percorsi, per effettuare una rapida evacuazione in caso di maltempo o un’operazione di soccorso ad una persona in difficoltà. L’iniziativa di Vivilbosco intende approfittare della domanda crescente nel mercato del lavoro siciliano di istruttori specializzati nella gestione e nel soccorso per percorsi acrobatici. Negli ultimi anni in Sicilia il numero dei parchi avventura è aumentato sensibilmente proprio per venire incontro ad un’utenza di qualità, locale e non, sempre più numerosa: uno dei motivi di questo successo è senza dubbio la caratteristica di essere un’attività a contatto con la natura e a basso impatto ambientale: nessun mezzo motorizzato, nessun rumore, nessuna emissione di gas, un modo diverso e intelligente per divertirsi nel rispetto del territorio, con la capacità di attrarre utenti di tutte le fasce di età, ideale per famiglie, gruppi aziendali, centri estivi e scolaresche. Senza contare che i Parchi Avventura rappresentano spesso un’ottima occasione di riqualificazione per aree boschive abbandonate. Molti operatori turistici stanno investendo nella realizzazione di pacchetti mirati a soddisfare l’esigenza di un turismo destagionalizzato che metta assieme natura, cultura, e sport nordici: vastissima la varietà dei target potenziali. L’obbligo di formazione degli operatori è previsto dalla norma EN15567-2 e ancora più forti sono i vincoli imposti dalla legislazione nazionale, in particolare il Testo Unico per la sicurezza e salute dei lavoratori, che prevede che la formazione dei lavoratori sia commisurata alla complessità delle mansioni e che siano valutati i rischi per dipendenti e visitatori. Il corso che sta organizzando Vivilbosco sarà rivolto a giovani disoccupati ed inoccupati e prevede esercitazioni, simulazioni e stage all’aperto sulle tecniche dei percorsi acrobatici in altezza e sulle azioni di prevenzione e soccorso. I partecipanti otterranno la qualifica di “ Istruttore percorsi acrobatici – Soccorritore percorsi acrobatici”. Presto in uscita, come si legge dalle pagine di facebook, il bando per saperne di più.