‘Premio Betti’ a Marisa Leo, così la Sicilia si presenta alla fiera di Verona del Vinitaly

0
186

Un premio alla donna che ha saputo raccontare una Sicilia diversa attraverso il vino. È questo l’omaggio che la Regione Siciliana ha voluto fare a Marisa Leo, responsabile marketing e comunicazione di Colomba Bianca, impegnata da sempre contro la violenza di genere e poi uccisa proprio dal suo ex compagno il 6 settembre scorso. A Marisa Leo, originaria di Salemi, è stato assegnato il premio Angelo Betti – il padre del Vinitaly; un riconoscimento che viene assegnato seguendo le indicazioni degli assessorati all’Agricoltura delle varie Regioni d’Italia. La Sicilia ha così deciso di aprire la serie delle iniziative al Vinitaly 2024 nel ricordo di una donna straordinaria, competente, che ha raccontato con il suo mestiere e con la sua professionalità la viticoltura siciliana. Il Premio ‘Angelo Betti’ è stata consegnato all’associazione che porta il nome della donna-manager uccisa dall’ex compagno. Ieri si è anche tenuta al ‘Vinitaly’  la conferenza stampa della Regione Siciliana con l’assessore per l’Agricoltura Luca Sammartino che ha tracciato le linee guida delle strategie da seguire nel 2024. Alla presenza di giornalisti, produttori, rappresentanti delle istituzioni legate al mondo del vino si è anche discusso delle enormi difficoltà causate soprattutto dai cambiamenti climatici.