“Hesperia”, revocati domiciliari ai fratelli Macaddino. Erano accusati di estorsione a imprenditore empedoclino

Tornano in libertà i fratelli mazaresi Nicolò e Bartolomeo Macaddino, coinvolti dell’operazione antimafia “Hesperia” che ha fatto luce sui rapporti tra le cosce mafiose di Campobello, Marsala e Mazara del Vallo. Nei confronti dei due erano stati disposti gli arresti domiciliari: secondo le indagini, infatti, avrebbero affiancato il mazarese Vito Gaiazzo nell’estorsione ai danni di un imprenditore di Porto Empedocle. Per i Macaddino arriva, adesso, la revoca dei domiciliari e nessun obbligo cautelare.