Alcamo-Raccolta rifiuti in tilt nelle periferie, carenza di mezzi e personale

0
561

In tilt il servizio di raccolta dei rifiuti ad Alcamo. Decine le segnalazioni che arrivano specie dalle zone più periferiche. Nelle ultime 48 ore si sono registrati problemi nella via Jenner, ma anche nelle contrade Molinello, Gammara, Bosco d’Alcamo e Vitusi, ed in diverse altre zone della città dove non sarebbero stati raccolti i sacchetti per garantire il regolare svolgimento della differenziata porta a porta. A questo si aggiunge anche il problema che da giorni è praticamente un terno al lotto parlare con un operatore dell’Energetikambiente, la società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti ad Alcamo. Si rimane in attesa per decine di interminabili minuti, nessun operatore è mai disponibile per poter ricevere le necessarie segnalazioni. I problemi effettivamente ci sono, eccome. Nei giorni scorsi si sono registrati per l’Energetikambiente delle disfunzioni legate al numero esiguo di mezzi e personale per far fronte al servizio che ad Alcamo si è notevolmente ampliato, come ogni estate, dovendo servire non solo il centro abitato ma anche le aree più periferiche e la vastissima Alcamo marina dove dallo scorso 22 giugno è aumentato l’afflusso di villeggianti in maniera esponenziale. In pratica si deve coprire un territorio molto vasto, compreso il raggio di circa 10 chilometri tra il centro abitato e per l’appunto la zona costiera. Sul fronte della carenza di mezzi la società che gestisce il servizio già da un paio di giorni sta rattoppando le falle utilizzando il parco auto di Trapani. da questa mattina invece, per far fronte invece alla carenza di personale, sono stati immessi in servizio gli extracomunitari del centro Sprar di Alcamo i quali affiancheranno gli operai nella raccolta dei rifiuti e nello spazzamento. “E’ una probabile fase di assestamento – conferma l’assessore all’Ambiente del Comune, Roberto Russo – dovuta ad una riorganizzazione del servizio ed alla partenza a regime del servizio di porta a porta proprio ad Alcamo marina. Qualche piccolo problema lo si può riscontrare in questo senso ma tutto dovrebbe rientrare al più presto nella norma. Comunque non ci sono stati grossi problemi complessivamente”. Ma non ci sono solo i problemi dell’Energetikambiente ma anche quelli collegati alle cattive abitudini delle persone: spesso si registrano comportamenti poco civili di chi non rispetta gli orari per l’esposizione dei rifiuti fuori dalle proprie abitazioni o la corretta separazione della spazzatura per permettere la raccolta differenziata. “Sotto questo aspetto da oggi potenzieremo ancor di più i controlli da parte della polizia municipale – tuona Russo – per stangare chi non rispetta l’ambiente e rischia di destabilizzare un servizio che sta sempre più crescendo”.