Alcamo marina: appalto deserto, slitta il servizio bagnini

Il Comune aveva invitato sedici associazioni, Ma nessuna si è presentata ieri con proprie offerte per lo svolgimento della gara d’appalto per il servizio dei bagnini lungo la spiaggia di Alcamo Marina. Per l’importante servizio, che nel recente passato ha consentito di salvare decine di persone sul punto di annegare, è prevista una spesa di 55 mila euro. Ma tutto è destinato a slittare a data da destinarsi nonostante la stagione balneare sia entrata nel vivo e già sulla spiaggia dorata di Alcamo Marina si registrano migliaia di bagnanti.  Cifra ritenuta insufficiente e punti di vista differenti tra Associazioni e Comune su come organizzare tutto il servizio che prevede l’installazione anche della postazioni. Postazioni che secondo la legge debbono rispettare precise distanze poiché in caso di ispezione l’Associazione, che svolge il servizio,  incorrerebbe in sanzioni.  Il Comune ha previsto sei postazioni nelle zone di Magazzinazzi,  Petrolgas, Cannolicchio, Battigia, Catena, Canalotto, Direzione Casa Anas, Aleccia oltre ad una passerella da posizionare rispettivamente al Canalotto per permettere l’ingresso dei disabili. Passerella invocata anche dall’Associazione sclerosi multipla di Alcamo che si sono appellati al sindaco chiedendogli di facilitare il loro ingresso al mare.  Secondo le normative in vigore almeno due bagnini, muniti di apposito brevetto, ogni 150 metri lineari di costa, per un periodo non inferiore ai 60 giorni. Negli anni passati grazie ai componenti della Società servizi di salvamento, sezione di Alcamo e Castellammare, sono state salvate numerose persone che si sono trovate in difficoltà. Quello dei bagnini è un servizio importante soprattutto nelle nostre zone dove il mare è aperto e ci sono tante correnti. Intanto la Società di salvamento di Alcamo, che ha esperienza e professionalità, ha aperto  domenica scorsa due postazioni di bagnini sulle spiagge di Balestrate  e da domenica prossima ne aprirà altre due che opereranno tutti i giorni con due turni di otto bagnini. Il servizio bagnini ad Alcamo Maina spesso, anche negli anni passati, è iniziato a stagione balneare inoltrata nonostante i proclami degli amministratori comunali tanto che viene alla mente un aforisma di Karl Max: “la strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni”. Ovvero la realtà che si trova poi di fronte un amministratore è un grande percorso ad ostacoli che va affrontato con grande umiltà e spirito di collaborazione.