Alcamo. Quella classe del Mattarella-Dolci

0
632

In riferimento a quanto scritto nell’articolo di Alpauno a firma Giuseppe Maniscalchi, intitolato “Alcamo, “Mattarella-Dolci”. Una classe con 35 alunni, scatta la protesta”, del 26 ottobre, si chiarisce quanto segue: -Non c’è nessuna Classe Seconda N dell’Istituto “P.Mattarella-D.Dolci” con 35 alunni: il numero è inferiore a quanto scritto e sicuramente rispettoso della normativa. Non si capisce che cosa si voglia dire con “classe mista”. -Non ha alcun fondamento il fatto che la sottoscritta abbia chiesto lo sdoppiamento (non ce ne sarebbero stati i presupposti, a nessun titolo, né il numero degli studenti lo presupponeva).-Non si aspetta nessuna risposta dall’UST Trapani, perché niente è stato chiesto. Non esiste un “corso agrotecnico e di biotecnologia sanitaria” presso l’istituto: esistono piuttosto due distinti indirizzi, non coincidenti né sovrapponibili, corrispondenti a distinte classi, l’indirizzo professionale Servizi per l’agricoltura, ora con la nuova denominazione, AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI DEL TERRITORIO E GESTIONE DELLE RISORSE FORESTALI E MONTANE ed il Tecnico CHIMICA,MATERIALI E BIOTECNOLOGIE, con articolazione ,al terzo anno, in Biotecnologie Ambientali e Sanitarie. Loana Giacalone,  dirigente scolastico I.I.S.S.”P. Mattarella-Dolci. Castellammare.

Risponde Giuseppe Maniscalchi. Le notizie sono state riferite da un gruppo di genitori preoccupati e da ambienti scolastici. Il problema riguarda  la  Seconda N, che risulta essere composta da 32 alunni, del corso di biotecnologia sanitaria dell’istituto di contrada Canapè di Alcamo.