Alcamo-Tremano i furbetti della strada, in arrivo autovelox

0
1888

Non solo street control. A stretto giro di posta ad Alcamo potrebbe ritornare a farsi vivo l’autovelox. La Direzione 7 del corpo di Polizia municipale è infatti in cerca di un apparecchio di ultima generazione da poter utilizzare in cambio di quello che attualmente è a disposizione che oramai di fatto è inutilizzabile.

“Troppo obsoleto, avrebbe bisogno di tarature e altri accorgimenti di notevole costo” precisa il comandante dei caschi bianchi Giuseppe Fazio. da qui la decisione del Comune di avviare un’indagine di mercato per noleggiare a costi convenienti per l’ente un apparecchio tecnologicamente avanzato dedito alla rilevazione elettronica della velocità dei veicoli in transito. A breve quindi potrebbe esserci un nuovo strumento a disposizione dei vigili urbani per sanzionare gli indisciplinati della strada, dopo lo street control che ha già dimostrato nei numeri la sua incredibile efficacia.

In particolare la polizia municipale è alla ricerca di un sistema per il rilevamento della velocità digitale in grado di monitorare entrambi i sensi di marcia del sito oggetto di controllo, quindi con doppia foto camera digitale, con possibilità di impostare limiti diversi per i veicoli leggeri e per i veicoli pesanti da utilizzarsi in postazione mobile, per il rilevamento elettronico delle infrazioni al codice della strada, dotato inoltre di visibilità anche notturna. Lo strumento andrà usato con la presenza di una pattuglia di vigili urbani.

L’apparecchio ovviamente deve essere del tipo approvato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e quindi munito di certificato di taratura valido per tutto il periodo di noleggio. Trattandosi di un moderno autovelox ovviamente i caschi bianchi saranno chiamati alla formazione per l’utilizzo del sistema: “Voglio precisare – aggiunge Fazio – che l’autovelox è un apparecchio che cerchiamo con il solo obiettivo di garantire sicurezza alla città, non c’è alcuna finalità di fare incassi anche perchè il sito, così come impone la legge, deve essere visibile agli automobilisti”.

Nuova tecnologia quindi a disposizione dei vigili urbani alcamesi che già hanno potuto testare quanto sia importante con lo street control, telecamera  installata sul tettuccio della pattuglia che in tempo reale è in grado di individuare veicoli e targhe per la loro identificazione e quindi multarle in caso di violazioni accertate come divieti di sosta, mancata copertura assicurativa e mancata revisione del veicolo. Da quando è entrato in funzione, esattamente da marzo del 2017, e con aggiornamento ad agosto scorso, lo street control da solo è stato in grado di segnalare ben 4.278 sanzioni.

Una vera e propria raffica di multe e tanti soldi da scucire per l’automobilista o centauro indisciplinato. Secondo i dati resi noti dal comando di polizia municipale la pattuglia dotata di street control ha effettuato in questo anno e mezzo ben 227 controlli, alcuni anche ripetuti due volte nell’arco della stessa giornata in diverse zone della città. Il che significa che mediamente lo street control è stato azionato una volta ogni due giorni con conseguenze nefaste per i furbetti al volante.