“Zingaro”, francese cade in dirupo. SOS raccolto da due ambulanze ed elisoccorso

L’SOS lanciato da una coppia di turisti francesi aveva fatto mobilitare i soccorsi. Per fortuna però i danni riportati sono stati meno gravi del previsto. E’ accaduto ieri nel primo pomeriggio alla riserva naturale dello Zingaro dove i due escursionisti stavano percorrendo uno dei tanti sentieri. All’improvviso l’uomo è stato raggiunto dalle urla della donna che era caduta in un dirupo da un altezza di oltre 4 metri sbattendo anche la testa. Il viso parecchio insanguinato ha messo parecchio panico alla coppia che ha chiamato il 118.

Sono partite e giunte sul posto due ambulanze, una da Casteallammare del Golfo e l’altra “medicalizzata” da Balestrate. I sanitari hanno soccorso la turista, una donna di 40 anni, medicandola e controllando i suoi parametri vitali. Nessun problema di particolare gravità ma soltanto alcune profonde ferite lacero-contuse al cranio e al viso.

Sul posto è anche arrivato l’elisoccorso. L’elicottero è atterrato nel parcheggio sterrato che sorge all’ingresso della Riserva dello Zingaro, dal lato di Scopello. L’escursionista francese è stata quindi trasportata a Palermo al trauma-center di Villa Sofia. Le sue condizioni non sono assolutamente preoccupanti. Prevista una prognosi di pochi giorni.

Questa volta sui sentieri dello Zingaro non è intervenuto il soccorso alpino e speleologico siciliano del CAI che, durante la stagione estiva scorsa, aveva invece collaborato a diversi interventi di salvataggio, il più difficile e particolare il 21 luglio quando un turista 21 enne di Trapani si era procurato la lussazione della spalla sinistra scivolando sul sentiero nella zona di cala Capreria.