PD, tutto delineato. Barbagallo leader regionale, Venuti provinciale e Bambina ad Alcamo

Da sx: Bambina, Barbagallo e Venuti

Anche il PD siciliano è pronto a ripartire. All’inizio di marzo l’emergenza coronavirus aveva interrotto la fase congressuale del partito regionale, adesso ci sono le condizioni per riprendere il cammino. Il partito ha messo infatti a disposizione una piattaforma online dove da domani, per le prossime due settimane, si svolgeremo i congressi dei circoli via web. Subito dopo si insedieranno le assemblee provinciali e l’assemblea regionale. per quest’ultima sono stati designati come delegati, in rappresentanza della provincia trapanese, gli alcamesi Alessandro Longo e Irene Milana.

I democratici hanno nel frattempo ritrovato un percorso unitario, almeno a livello regionale, riconoscendosi attorno all’unica mozione congressuale, quella ‘Nuovo Corso’ di Anthony Barbagallo. L’altro esponente inizialmente in corsa per la guida regionale del PD, Antonio Ferrante, ha infatti ritirato la sua candidatura scegliendo di sostenere il percorso unitario e, quindi, Anthony Barbagallo. “Assumo l’onore e la responsabilità di guidare il mio partito con la passione, l’impegno quotidiano e la determinazione di sempre”, ha detto l’ex assessore regionale.

Le riunioni online vedranno impegnati gli oltre 300 circoli della Sicilia per l’elezione dei segretari locali, dei segretari provinciali e dei delegati all’assemblea regionale. Non sono state ancora però fissate le date dei congressi che si terranno on-line. Ad Alcamo e in provincia appare comunque tutto scontato. I democratici alcamesi eleggeranno Nicola Bambina, unico candidato in corsa per la segreteria comunale del partito, mentre dal successivo congresso provinciale verrà fuori il nome di Domenico Venuti. In corsa con l’attuale sindaco di Salemi, c’è anche Valentina Villabuona, unica altra candidatura presentata nei termini. Il destino della Villabuona sembra però più che segnato: la segreteria provinciale andrà a Domenico Venuti.