Lavoratori in nero nei panifici, a Mazara del Vallo 5 denunce

Bread

Nei panifici della provincia di Trapani spesso e volentieri si lavora in nero, almeno alla luce del blitz scattato in alcuni esercizi di Mazara del Vallo. Ieri, infatti, i carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro, assieme ai militari della compagnia di Mazara del Vallo e al personale del servizio igiene alimenti e nutrizione dell’ASP, hanno scoperto 6 panettieri completamente irregolari in cinque panifici mazaresi.

I controlli sono scattati nell’ambito delle attività ispettive di contrasto e contenimento alla diffusione del covid-19 in ambienti di lavoro. In tutte le attività ispezionate a Mazara del Vallo dai carabinieri e dal personale dell’ASP sono risultati presenti lavoratori in nero, uno in ogni esercizio oltre al titolare. In uno dei cinque panifici sottoposti al blitz i panettieri irregolari erano addirittura due su due. Per questo sono state elevate sanzioni complessivamente ammontanti a circa 15.000 euro.

Per l’’esercizio in cui erano presenti due dipendenti in nero su due, oltre alla sanzione è scattato anche il provvedimento di sospensione dell’attività. Infatti, nei locali, il personale del S.I.A.N. ha riscontrato gravi violazioni relative alla normativa su igiene e sanità nei luoghi di lavoro., specialmente in quelli in cui si trattano e producono alimenti.

I controlli dei carabinieri del NIL e del personale sanitario del SIAN stanno adesso andando avanti e saranno ampliati a tutto il territorio provinciale trapanese. L’obiettivo delle ispezioni è non soltanto quello di tutelare i lavoratori dei panifici e il loro aspetto previdenziale ma anche di garantire l’igiene nel luogo di lavoro, fattore fondamentale in attività dedite alla produzione e vendita di alimenti, nonché l’attento rispetto delle norme anti covid-19.