Intesa fra ‘Sciascia-Bufalino’ e centro di accoglienza immigrate. Tirocini per gli OSS

La sinergia scuola-lavoro per favorire l’integrazione multietnica delle giovani ospiti del Centro di accoglienza di Paceco e contribuire alla “formazione” di 38 Operatori Socio-sanitari del dell’istituto professionale di Erice. Nasce così un’iniziativa che vede insieme la Cooperativa Sociale Badia Grande e l’Istituto d’Istruzione Superiore ‘Sciascia e Bufalino’ di Erice sotto l’egida del MIUR. Il Centro di Accoglienza per donne immigrate di Paceco, struttura del SAI gestito da Badia Grande è stato scelto come partner esterno dalla scuola per l’attuazione del Programma Integrato di Cambiamento Tecnologico-Organizzativo, denominato “Sinergia tra Scuola e Lavoro”.

Il programma, che si articola anche in altri centri socio sanitari della provincia di Trapani e in una struttura del Veneto, è stato avviato con una conferenza di servizio nell’Aula Magna del professionale ‘Sciascia Bufalino’ diretto da Andrea Badalamenti. All’incontro hanno partecipato: l’assistente sociale Marianna La Russa e Latifa Sadani, rispettivamente responsabile e mediatrice culturale del Centro di accoglienza di Paceco; il giornalista Alberto Di Paola, le docenti Cinzia Biondo e Rossella Ampola nonché gli studenti di due quarte classi. Molto significativa è stata poi la prima visita degli stessi studenti al Centro di Accoglienza per donne immigrate di Paceco che ospita 6 donne di età compresa fra i 20 ed i 26 anni, di nazionalità diverse (Guinea, Burkina Faso, Nigeria e Costa d’Avorio), ed una splendida neonata, Juliet. La piccina, sei mesi appena e la sua mamma, Aicha, hanno catalizzato l’attenzione dei ragazzi. E’ stato così  fatto un piccolo grande passo fra i ragazzi del corso per OSS dello Sciascia – Bufalino e le ragazze immigrate che vivono nel centro di accoglienza di “Paceco” che cercano di integrarsi con il territorio.

E non poteva essere diversamente perchè qui, alla periferia di Paceco, l’integrazione multietnica è diventata realtà. Sono in programma adesso  altri incontri tra gli studenti dello Sciascia e Bufalino ed il Centro di Accoglienza di Paceco così come previsto dall’accordo stipulato tra l’Istituto e la Cooperativa nell’ambito del P.I.C.T.O. Il programma ha lo scopo di favorire l’arricchimento culturale e professionale degli studenti mediante un adeguato inserimento nelle varie realtà operative come quella operante a Paceco. I futuri Operatori Socio Sanitari potranno così acquisire abilità socio assistenziali e sperimentare tecniche di animazione culturale, ludica e ricreativa