Estorsione a Papania per essere assunti, tre assolti e un condannato per reato minore

0
334

Il Giudice per le Udienze Preliminari del Tribunale di Trapani, Emanuele Cersosimo, ha assolto dall’accusa di estorsione nei confronti dell’ex Senatore Nino Papania, tre persone e ne ha condannate una dei quattro finiti ad Alcamo sotto inchiesta per le presunte estorsioni ai danni proprio dell’ex senatore.

Sono stati assolti Giuseppe De Blasi, Giovanni Renda e Leonardo Vicari mentre è stato condannato  Leonardo De Blasi a sei mesi di reclusione per minacce intese a costringere a commetere un reato. Si chiude qui il troncono della tentata estorsione ai danni di Nino Papania che era culminata con l’attentato alla segreteria del politico alcamese, in via Roma, conuna bomba carta, cosa che aveva destato non poco scalpore ad Alcamo con un Nino Papania tra i papabili a candidarsi alle elezioni aministrative come Sindaco e poi a ritirarsi facendo “un passo di lato”.

La Procura di Trapani aveva aperto un fascicolo ipotizzando l’accusava per gli imputati di pressioni eseguite finalizzate all’essere assunti all’Aimeri che si occupa, com’è noto, di raccolta di rifiuti ad Alcamo. Secondo l’accusa i quattro avrebbero anche cercato di  trovare voti in cambio di denaro, si è parlato di cinquanta euro a voto, per il candidato  Sebastiano Bonventre appoggiato da Nino Papania dopo il suo ritiro. Ora è arrivata la sentenza con l’assoluzione per tre e la condanna a un reato minore per uno dei quattro.

most significant american really are worldport lodging
woolrich outlet Cheap Mens Clothing From Everything5Pounds

he would have all priviledges gone
woolrich outletHow To Care For Your Diamond Engagement Ring