Elezioni regionali: Già quattro gli alcamesi in corsa per l’Ars.

Mentre numerosi partiti sono ancora alle prese con gli accordi definitivi sulle scelte dei candidati alla Presidenza della Regione, tranne il Movimento 5 Stelle che da tempo ha ufficializzato Giancarlo Cancelleri, si vanno ormai delineando le posizioni. Il centrodestra si presenterà unito. Dopo il via libera anche da parte di Silvio Berlusconi, il candidato è Nello Musumeci, catanese, grande esperienza politica è stato presidente della Provincia di Catania, sottosegretario, europarlamentare, deputato regionale. Nello Musumeci ha fondato il movimento “DiventeràBellissima” e si è assicurato, dopo un tiro e molla, anche l’appoggio di Gaetano Armao “Siciliani indignati”. Con lo schieramento di Musumeci dovrebbe scendere in lista per la corsa a deputato regionale, l’avvocato Saro Lauria, esponente regionale di tale movimento. Nello Musumeci ha concluso la campagna elettorale alle ultime amministrative di Alcamo con un comizio a favore di Saro Lauria che si candidò a sindaco. Un comizio quello tenuto da Musumeci in piazza Ciullo di alto profilo culturale e politico come non se ne sentivano da anni. Politica regionale in movimento. Politica provinciale e nei Comuni con tante trattative per cercare candidati. Si ripresenta Mimmo Turano, che appoggerà Musumeci. Turano da oltre venti anni  occupa cariche: deputato e assessore regionale, presidente della Provincia di Trapani. Insomma l’avvocato Mimmo Turano alle aule dei tribunali ha preferito quelle dei Palazzi della politica. Da tempo annunciata la ricandidatura di Valentina Palmeri col Movimento 5 Stelle. Scende in campo anche l’ex sindaco Giacomo Scala, esponente regionale  di spicco di Sicilia Futura, che correrà insieme al Psi per cercare di ottenere il quorum del 5 per cento, poiché non superandolo non scatta il seggio. Allo stato attuale sono quindi quattro gli alcamesi che si candideranno per deputato regionale: MimmoTurano, Saro Lauria, Giacomo Scala e Valentina Palmeri. Intanto proseguono a ritmo frenetico le trattative per i candidati alla presidenza. Nel centrosinistra sarà il rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari. Si sta tentando un ticket con l’uscente Rosario Crocetta che intende candidarsi a tutti i costi, Idea Sicilia punterebbe su Roberto La Galla.  Nella sinistra favorito è Claudio Fava anche se la discussione con Ottavio Navarra è ancora aperta. L’onorevole Fava, vice presidente della commissione nazionale antimafia, avrebbe il sostegno di sinistra italiana, Rifondazione, Mdp, Articolo 1, Pci e Verdi. Ma ci sono in corsa per la presidenza anche quelli che vengono definiti out sider. Franco Busalacchi, ex burocrate regionale, con “Noi siciliani per Busalacchi” . Piera Maria Loiacono “Democristiana e autonomista”, l’avvocato Roberto La Rosa “Vota siciliano” e Francesco Tanasi, segretario regionale Codacons.