Coronavirus, tutto fermo nel trapanese. Anche tamponi e test

Appena 4 tamponi analizzati e nessun test sierologici non possono fare testo nell’esame della situazione in provincia di Trapani. Di certo la curva epidemica è in discesa e anche vicina allo zero. Inoltre le guarigioni stanno diventando davvero tante (37) a fronte, dall’inizio dell’emergenza, di soli 5 decessi. Le capitali dell’epidemia restano Alcamo e Salemi con risvolti differenti. Guarigioni molto lente nella cittadina di Ciullo e molto più rapide in quella belicina. Tanti casi anche a Trapani, Valderice e Castelvetrano (13, 13 e 10).

In ospedale rimangono soltanto sei ricoverati e tutti al Covid-Hospital di Marsala. Di questi soltanto uno, un alcamese di 73 anni, si trova in terapia intensiva. Fra i cinque che invece sono ospitati nel reparto covid c’è un altro alcamese, il paziente 1, che mercoledì potrebbe finalmente tornare a casa. E’ in ospedale dall’11 marzo scorso dopo avere accusato il primo stato febbrile dieci giorni prima.

Insomma il coronavirus pare non circolare più né ad Alcamo e nemmeno nelle altre cittadine del trapanese. Anche in Sicilia i dati sono più confortanti e nelle ultime 24 ore, a fronte di soli 35 nuovi contagiati in tutta la regione, si registrano altre 196 guarigioni (13 dimissioni da ospedale e 183 in isolamento domiciliare). In tutto i guariti sono 720 mentre i decessi 228 (+4 rispetto a ieri). resta uguale il numero di ricoverati, 33, in terapia intensiva in tutta l’isola.