C/mmare delGolfo: lavori a villa Margherita, disagi per la viabilità

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – A buon punto i lavori di restyling della villa comunale “Regina Margherita”. Sono iniziati i lavori di scavo per la pavimentazione della piazzetta, e proprio per questo motivo è stata attuata una piccola rivoluzione al traffico veicolare della zona che abbraccia la parte bassa di Via Don Luigi Sturzo, nel tratto compreso tra la via Marinaro e la Via Mannina. E’ stato infatti chiuso l’accesso di Via Nobile che però potrà essere accessibile da via Cerda e da Via Navarra. Così è stato stabilito dal comando di polizia municipale che ha rivisto l’assetto della viabilità. L’accesso al quartiere “Chiusa” verrà garantito, considerata la presenza di un secondo cantiere nel principale Corso Garibaldi che attualmente vieta l’ingresso da via Discesa Badia, seguendo il percorso di via Marinaro che prosegue poi per la via Mannina. Da qui sarà possibile raggiungere la Via Don Luigi Sturzo che per questa durata dei lavori è stata disciplinata a doppio senso di marcia per permettere ai veicoli di accedere in Via Discesa Badia. Questo stato di cose permarrà a tempo ancora indefinito, fino a quando cioè non si concluderanno gli interventi. Oltre al restyling previsto da capitolato la ditta che si è aggiudicata l’appalto, la Celi, ha garantito che effettuerà ulteriori interventi per il miglioramento della villa: fornirà e collocherà un cannocchiale panoramico, effettuerà il rifacimento della pavimentazione stradale di Corso Bernardo Mattarella, piazza Madonna delle Grazie e delle vie Renda e Cerda e una manutenzione straordinaria dei bagni esistenti all’interno della stessa villa, oltre che una riduzione di quasi due mesi sui tempi i consegna dei lavori conclusi. I soldi stanziati dal Comune, circa 1,2 milioni di euro, saranno utilizzati per la sistemazione del verde e per interventi strutturali. I lavori interesseranno la pavimentazione, i viali alberati con relativa sistemazione delle piante e anche un generale restyling del cancello d’ingresso, delle mura perimetrali e delle ringhiere che si affacciano sul Belvedere. Un’area di assoluto rilievo per Castellammare, non solo per la sua valenza artistica ma anche per la presenza delle più svariate essenze arboree e per il meraviglioso panorama che offre la villa stessa che si affaccia a strapiombo sul Golfo di Castellammare. Da anni si denuncia da più parti il degrado della villetta Regina Margherita: l’associazionismo, ma anche semplici cittadini e la politica hanno messo in evidenza come oggi questa villa di fatto è frequentata soltanto da anziani soli per giocare a carte. Non si vedono più famiglie, ragazzi e coppie giovani che invece prima affollavano il perimetro del Belvedere. Secondo molti questo luogo di aggregazione si è perso nel tempo proprio per le progressive condizioni di degrado che hanno portato in tanti ad abbandonare l’idea di andare alla villa.