Castellammare del Golfo-Tornano i parcheggi a pagamento: da lunedì il ritorno del ticket

Tornano da lunedì i parcheggi a pagamento a Castellammare del Golfo. Da poco meno di due mesi il servizio era stato sospeso e ora il Comune è tornato a darlo in gestione alla Sys parking service system che in passato ha goduto di continue proroghe al palazzo municipale. Dunque tornano ad essere a pagamento i parcheggi nelle vie principali della cittadina marinara, quindi corso Garibaldi, via Roma e via Marconi. Si tornerà quindi al sistema dell’acquisto dei ticket nelle attività commerciali: “Il servizio – affermano il vicesindaco Salvo Bologna e l’assessore alla Polizia Municipale Maurizio Paradiso – consente di snellire la circolazione viaria e contemporaneamente introitare al Comune”. La concessione della gestione delle aree di sosta alla ditta è prevista fino al 30 aprile 2017 e questa volta l’appalto è stato dato dal Comune attraverso la pubblicazione del sistema della “manifestazione d’interesse”. Invariate le tariffe e gli orari per parcheggiare nelle zone di sosta contrassegnate dalle strisce blu.  Il tagliando di avvenuto pagamento della sosta deve essere esposto all’interno dell’auto in posizione visibile e leggibile. Prima del rinnovo di questo appalto si era anadato avanti con proroghe e ce n’erano state ben 4 proroghe secondo quanto stabilito dal V Settore del Comune. A dire il vero il Comune già diverse volte aveva tentato di internalizzare il servizio, gestendo quindi in proprio le strisce blu ma nel 2014, per ben due volte nell’arco di tre mesi, è andato a vuoto il bando del Comune per la selezione interna di 8 ausiliari del traffico i quali sarebbero dovuti essere adibiti alla verifica e al controllo delle strisce blu. Nessuno si è mostrato interessato all’interno della pianta organica dell’ente municipale a ricoprire questo incarico. Ci aveva provato già la precedente amministrazione guidata dal sindaco uscente Marzio Bresciani, ed anche l’attuale sindaco Nicola Coppola ha tentato la strada dell’internalizzazione del servizio ma senza successo. Nessuno, alla scadenza del termine per la presentazione delle istanze per diventare ausiliare del traffico, ha partecipato ai vari avvisi emanati dal Comune. Constatata la situazione la giunta non ha potuto far altro che approvare una delibera per continuare a dare in mano ai provati il servizio. La decisione del Comune di volere gestire in house il servizio era stata di natura economica. In pratica si sarebbero potuti abbattere i costi rispetto all’attuale gestione di privati.