Castellammare del Golfo, a fuoco auto in via della Repubblica: doppia pista dei carabinieri

0
1554

A fuoco l’auto di un incensurato la notte scorsa a Castellammare del Golfo. Ad indagare i carabinieri che al momento non escludono alcuna ipotesi, compresa la pista del racket delle estorsioni considerato che il veicolo è intestato ad un’importante concessionaria di auto della vicina Alcamo. In fiamme una Fiat 500 in versione moderna di proprietà di un trentenne castellammarese. Il veicolo era posteggiato in via della Repubblica, nel quartiere ribattezzato “Gemma d’oro”, dove abita per l’appunto il 30enne. Nessun dubbio sul dolo: vigili del fuoco del distaccamento di Alcamo e carabinieri hanno trovato tracce di liquido infiammabile utilizzato per appiccare le fiamme. Formalmente l’auto risulta essere intestata alla concessionaria “Graziano Auto” di Alcamo, la cui titolare è una donna. Di fatto però, come appurato dagli inquirenti, l’auto è utilizzata dal cognato dell’imprenditrice che per l’appunto abita nella vicina Castellammare. Al momento i carabinieri stanno battendo ogni ipotesi plausibile: si va dalla possibile ritorsione all’indirizzo dell’azienda ma non si esclude nemmeno la pista privata legata al giovane castellammarese. Quindi si spazia dalla vita professionale a quella personale del giovane a cui era in uso il veicolo. L’allarme è scattato intorno alle 3 della notte a cavallo tra mercoledì e ieri. Immediato sul posto l’intervento dei vigili del fuoco che nonostante la celerità delle operazioni di spegnimento non sono riusciti a salvare quasi nulla dell’auto: è rimasto in pratica solo lo scheletro fumante. Le alte lingue di fuoco che si sono sviluppate in pochi istanti non hanno dato scampo al mezzo. da questo punto di vista gli incendiari hanno anche fatto un certosino lavoro cospargendo per intero il veicolo di liquido infiammabile.