Banca Don Rizzo, in tribunale i ricorsi contro le esclusioni dalle liste

0
450

I giudici del tribunale di Palermo, Sezione lavoro, esamineranno lunedì prossimo i ricorsi presentati da un gruppo di soci della Banca di credito cooperativo don Rizzo, con sede direzionale ad Alcamo. Tali soci hanno presentato ricorso poiché sono stati esclusi dal potere partecipare come candidati nella lista predisposta per l’elezione del nuovo presidente, consiglio e collegio sindacale. Sollecitano anche che venga invalidata l’assemblea. L’elezione si è svolta, circa un mese fa, e ha portato, tra l’altro, all’elezione del nuovo presidente Sergio Amenta, che ben conosce i meccanismi della don Rizzo poiché ha ricoperto per diversi anni la carica di presidente del collegio dei revisori. I ricorrenti, che non hanno ottenuto il gradimento dal Fondo di garanzia dell’Iccrea, chiedono al giudice di accertare quali siano stati i criteri delle scelte e perché a qualcuno è stato dato il via libera e per altri professionisti è arrivata la bocciatura. E inoltre se qualche eletto è compatibile. Intanto da circa un mese il nuovo consiglio della don Rizzo si è messo al lavoro e, dopo l’insediamento, sta lavorando per rilanciare l’istituto di credito, fondato da don Rizzo che oggi ha sportelli nelle province di Trapani, Palermo e Agrigento ed oltre tre mila soci. Nonostante il rinnovo delle cariche sembra che ancora le acque alla banca don Rizzo siano agitate. Giuseppe Maniscalchi