Alcamo-Nasce l’associazione “Exallievi don Bosco”

Erano oltre cento tutti legati da un denominatore comune, quello di avere frequentato l’oratorio dei salesiani, pur  appartenenti a varie generazioni e categorie sociali. Si sono rivisti, abbracciati e riuniti presso l’oratorio salesiano di Alcamo. Lo scopo quello di gettare le basi della costituenda associazione Exallievi/e don Bosco. Associazioni già operano da tempo in tantissime città italiane e sono composte da coloro i quali da giovani hanno frequentato i salesiani, da dove sono uscite, anche ad Alcamo, tante belle intelligenze con persone che hanno occupato e occupano importanti posti. I promotori dell’iniziativa alcamese sono gli amici di don Enrico Russo. “E’ nostra intenzione – è stato sottolineato nel corso dell’assemblea – iniziare, tutti insieme, un cammino di rinnovata amicizia e di impegno socio-culturale e cristiano seguendo gli insegnamenti di quei due grandi Maestri che rispondono al nome di don Giuseppe Falzone e don Girolamo Giardina”, che per tanto tempo hanno operato ad Alcamo. Exallievi/e di Don Bosco sono coloro che, per avere frequentato un Oratorio, una scuola o una qualsiasi Opera salesiana, hanno ricevuto una preparazione per la vita secondo i principi del Sistema Preventivo di Don Bosco. L’educazione ricevuta, che richiama i vincoli di figliolanza e la gratitudine a Don Bosco che portano l’Exallievo/a a partecipare alla missione salesiana nel mondo, si manifesta assumendo, secondo le proprie possibilità e la propria specifica competenza di laici, responsabilità di fattiva collaborazione per realizzare le finalità proprie del progetto educativo salesiano. Tra gli scopi quelli di affrontare i problemi delle realtà temporali, mettendo a disposizione quegli autentici valori umani e cristiani di cui, come laico/a, ha diretta esperienza nell’ambito familiare, professionale e sociale. Sollecitare l’apertura al dialogo con le altre religioni. Avere un’attenzione particolare per i giovani più poveri e abbandonati e i più deboli nella società. Di programmare le politiche giovanili e tutte quelle iniziative  finalizzate a far crescere la persona.