Alcamo-Congresso del Pd, giochi fatti per l’elezione del segretario

0
280

I giochi sembrano ormai fatti nel Pd alcamese, o meglio in quel che resta dei dem che per quasi 20 anni hanno fatto incetta di voti in città. Per domenica il Pd ha convocato al centro congressi Marconi, l’assemblea straordinaria per eleggere segretario e organismi direttivi. Sembra che si tratterà di una formalità poiché per eleggere il segretario o più esattamente la segretaria comunale tutto è stato deciso. Salvo sorprese dovrebbe essere una giovane laureata a cercare di rilanciare il Pd. Si tratta di Giulia Calvaruso, candidata della corrente Big bang, il cui leader è Ignazio Filippi, che ha già conosciuto i meccanismi amministrativi del palazzo comunale. Giochi dunque fatti per uscire da quell’equivoco che si chiama reggenza del Pd in carica da quasi due anni con risultati non certo esaltanti. Ci sono molti mal di pancia nel Pd alcamese dove c’è chi auspicava un segretario politico comunale esperto, al di sopra delle correnti, per cercare di fronteggiare il Movimento 5 stelle e rilanciare i democratici in una città quella di Alcamo dove da tempo sono emerse tante carenze a causa della mancanza di una leadership. C’era anche chi riteneva più logico convocare il congresso il prossimo marzo per svolgerlo in contemporanea a quelli che si celebrano in tutta Italia. Big bang con le sue cento tessere potrà andare sul velluto domenica prossima perché sono state ritenute prive di valore quelle on line di Giacomo Sucameli. Alcuni tesserati lamentano che non è arrivata alcuna comunicazione ufficiale che va fatta, come da statuto, dieci giorni prima della riunione dell’assemblea. All’assemblea di Alcamo saranno presenti fra gli altri Domenico Venuti dell’esecutivo regionale del Pd, Gianluca Abbinanti della direzione regionale e Marco Campagna segretario provinciale. Durante gli incontri del Pd si erano fatti i nomi di Eva Calvaruso, nessuna parentela con la probabile neo segretaria comunale Giulia Calvaruso, e di Alessandro Longo che ha declinato l’invito. Anche Longo, ex consigliere comunale, fa parte del gruppo di Ignazio Filippi, che oggi ha in mano il Pd alcamese, la cui rifondazione e rilancio si presenta in salita anche per una certa disaffezione da parte di quella base silenziosa che non gli ha fatto mancare, almeno sino a qualche anno fa, il suo appoggio.