Alcamo-“Aaa… alleati cercasi” da parte del Partito democratico

L’uscita del segretario provinciale del Pd Marco Campagna non è stata certo delle più felici sul caso scoppiato dopo la richiesta di candidarsi alle primarie per la corsa a sindaco dell’avvocato Giuseppe Benenati, da parte di quei detentori di circa il 40 per cento di tessere che fanno riferimento a Giacomo Sucameli che a sua volta ha nell’onorevole Paolo Rugirello il suo mentore. La bocciatura, secondo Marco Campagna andava fatta, perché Benenati non è tesserato, cosa comunque che sembra non preveda il regolamento dei democratici. Quindi per Campagna si è trattato di un fatto squisitamente tecnico quando invece la vicenda e prepotentemente politica. Ad aggiustare il tiro ci ha pensato il circolo del Pd di Alcamo, con un documento a firma del coordinatore Massimo Ferrara che: “Respinge la candidatura dell’avvocato Giuseppe Benenati per motivi di opportunità politica, così come peraltro manifestato dalla stragrande maggioranza degli iscritti in sede di assemblea”.La storia politica dell’avvocato Benenati – è scritto nella nota – è stata infatti caratterizzata da esperienze, ripetute negli anni, al fianco di forze politiche avverse al Pd e distanti dall’identità del Partito democratico stesso, pertanto la sua candidatura è per noi assolutamente inopportuna e inaccettabile”. Essendo rimasto un solo concorrente Vincenzo Cusumano non si svolgeranno le primarie. Questo bailamme non giova ai dem alcamesi e viene da chiedersi che ripercussioni? Intanto i democratici ora avviano una nuova fase che potremmo così definire: “Aaa… alleati cercasi”. La coppia formata da candidato sindaco Cusumano e il coordinatore Ferrara “inizieranno a breve un serrato confronto con le forze politiche, ritenute nella realtà alcamese, in sintonia con il Pd e soprattutto con le associazioni (culturali, ambientaliste, sportive…), con i corpi intermedi (sindacati, rappresentanti delle categorie produttive…), con gli ordini professionali e più in generale con tutti i cittadini”. Giustamente si tasta il polso a tutti e l’attenzione particolare il Pd alcamese la rivolge a Sel, ma Massimo Fundarò portavoce regionale, ha più volte dichiarato che con questo Pd non andrà a braccetto. Attenzione anche verso il Psi e Ucd. Niente contatti con Sicilia futura, Ucd e M5S. Manifestazione di interesse verso Abc, situazione questa che ha fatto storcere il muso a numerosi esponenti del Pd. Ma gli eventuali alleati accoglieranno la candidatura di Vincenzo Cusumano? Situazione dunque molto ingarbugliata all’interno di un Pd dove la mancanza di una leadership e di una guida forte e capace emerge ogni giorno di più. Un Pd da un anno e mezzo guidato da una reggenza.