VVF, salvataggio sulle falesie di ‘Grotta del Cavallo’ a San Vito Lo Capo. SAF ed elicottero

0
118

Difficile e spettacolare salvataggio ieri a San Vito Lo Capo, in località ‘Grotta del Cavallo’, nei pressi della baia di Makari. Una donna polacca di 39 anni si è fratturata una gamba mentre stava effettuando un’arrampicata sulle falesie. L’allarme è stato raccolto dai vigli del fuoco del Comando provinciale di Trapani che hanno attivato l’intervento del Nucleo Saf.

La zona, infatti, era molto impervia e difficilmente raggiungibile con i mezzi di soccorso da terra. Il personale specializzato, non appena raggiunta la trentanovenne polacca, ha immediatamente applicato una stecco-benda per immobilizzare l’arto inferiore destro che presentava anche vistose e profonde escoriazioni. Considerata l’impossibilità di trasportare l’infortunata per affidarla da terra ai sanitari del 118, è stato chiamato il nucleo regionale di Catania che ha inviato l’elicottero VVF Drago. In questa maniera è stato possibile effettuare il recupero della donna dall’alto con manovra di elisoccoritore con verricello, dopo aver effettuata la cosiddetta “manovra portantina”.

La malcapitata è stata così affidata successivamente ai sanitari del 118 che hanno atteso l’elicottero al campo sportivo di San Vito Lo Capo. Il delicato intervento di salvataggio è quindi andato a buon fine. Intervenute due squadre di vigili del fuoco, una dal comando centrale provinciale, e un’altra specializzata SAF (speleo-alpino- fluviale), e cinque componenti l’equipaggio dell’elicottero decollato da Catania. Un reparto speciale, quello SAF dei pompieri, in costante aggiornamento e sempre in addestramento. Una prossima esercitazione è già in programma nelle zone impervie di monte Inici per la prima settimana di dicembre.