Trappeto, rinasce il Borgo di Dio

0
263

TRAPPETO. Completati i lavori di ristrutturazione del Borgo di Dio. Il battesimo che segna la rinascita del famosissimo centro culturale sarà domani, nel giorno in cui in paese, così come in molte altre località, si festeggerà l’anniversario del 90° compleanno di Danilo Dolci, il sociologico triestino trapiantato nel partinicese che portò avanti moltissime battaglie sociali, scomparso il 30 dicembre del 1997. La creatura fondata da Dolci, che altro non era se non un centro internazionale di studi sino agli anni ’90 prima di finire nell’oblio, torna quindi a rivivere. Per l’occasione proprio domani a Trappeto inizieranno una serie di manifestazioni che culmineranno domenica. Sabato pomeriggio, a partire dalle 16,30 al Borgo ci saranno delle importanti testimonianze di scrittori, storici e letterati che hanno conosciuto Danilo Dolci e lo hanno anche seguito nel suo straordinario percorso che lo ha visto ispiratore dell’oramai famosa filosofia della “maieutica” nonché fondatore, oltre che del centro, anche della diga Jato e della scuola Mirto a Partinico. Alle 18,30 ci sarà il taglio del nastro a cui parteciperà anche il Corpo Forestale e il Dipartimento Regionale dello sviluppo rurale e territoriale siciliano che ha donato diverse piante per adornare il Borgo. La giornata si concluderà con la proiezione in serata del nuovissimo film-documentario “A testa alta” sulle lotte contadine degli anni 1940-’50 in Sicilia e sulle coraggiose figure dei sindacalisti Placido Rizzotto, Accurso Miraglia ed Epifanio Li Puma. La domenica chiusura in mattinata con alcuni giochi in spiaggia, dedicati ai più piccoli ma non solo, e il concerto del gruppo d’archi “Divertimento Primo” insieme al Coro polifonico “Concentus Amicitiae”. L’iniziativa della rifondazione del Borgo di Dio si è potuta realizzare grazie al finanziamento della “Fondazione con il Sud” di circa 460 mila euro, con la partnership proprio del Centro per lo Sviluppo Creativo “Danilo Dolci” insieme a Cesie, Libera e il Comune di Trappeto. Da qui ripartiranno le attività che ricalcheranno quelle originare del Centro organizzate da Dolci: torneranno ad esservi incontri, attività maieutiche, formazione e laboratori artistico-culturali. “Sarà un’occasione di incontro di tanti gruppi – afferma Amico Dolci, figlio di Danilo -: associazioni, scuole e varie realtà che hanno collaborato sia con Danilo che con il Centro per lo Sviluppo Creativo. L’iniziativa sarà anche uno scambio di esperienze, ed un momento di confronto, sui temi che ciascuno ha affrontato, approfondito, portato avanti. Tra questi, certamente quelli dell’educazione, della nonviolenza, dell’antirazzismo, dell’integrazione, della legalità e dello sviluppo”.

learn to give off ones own personal design name
Isabel marant sneaker wedges Role of a Fashion Buyer

but I bought it and brought it home
woolrich outletWholesale fashion jewelry Rainbow Fluorite from www