Trapani, non sarà Capitale della Cultura 2022, ma il sogno continua (video)

Trapani non ha vinto l’ambito titolo di capitale della Cultura 2022, a vincere per la “qualità e l’attrattività eccellente dei progetti” l’isola di Procida, che fa parte del territorio comunale di Napoli. Nonostante una prima delusione, l’amministrazione comunale trapanese ha deciso di portare avanti il sogno, condiviso dai tanti che hanno creduto davvero, e sperato, nella vittoria dell’unica città siciliana in lizza tra le dieci finaliste. «Abbiamo realizzato un progetto di rilancio e di rivoluzione culturale con passione e impegno,- ha detto Giacomo Tranchida, sindaco di Trapani- siamo arrivati in finale, a dimostrazione della credibilità e serietà del lavoro fatto. Faremo comunque tesoro del metodo di lavoro che ci ha portato a disegnare un progetto unitario e con questa nuova visione territoriale del Patto per la cultura Trapanese realizzeremo ugualmente il progetto che abbiamo pensato. Vorremmo che il 2022 fosse l’anno del rilancio del sistema Italia, della bellezza del Paese.” Anche il governatore Musumeci ha espresso la sua volontà di continuare il lavoro per arricchire l’offerta turistica della città. «Per i siciliani Trapani rimane l’ideale Capitale della cultura per il 2022. E continueremo a lavorare, in sinergia con le istituzioni del territorio, per arricchire e riqualificare l’offerta turistica e culturale della città e della sua provincia, autentico giacimento in un’Isola che resta fra le più attraenti terre al mondo».-ha detto Nello Musumeci. La città di Trapani, in questi mesi, era riuscita effettivamente, tramite social e con i diversi eventi, a trasportare con sé tanti sostenitori. Il dossier e il video che presentasse Trapani e tutto il comprensorio, aveva rapito i tanti che lo avevano visto. Un filmato che racconta l’anima di una provincia, quella trapanese, piena di ricchezze paesaggistiche, culturali e archeologiche. Forse anche e soprattutto per questo tra le più visitate in Sicilia. “Trapani possiede un’energia creativa. Il traguardo raggiunto è già motivo d’orgoglio per tutti noi.- ha detto l’assessore Rosalia D’Alì.- Abbiamo creato il “Patto per la cultura”  e continueremo a lavorare per il futuro del nostro territorio. La chiave della comunicazione da oggi sarà “Trapani, custodi del passato, cultori del futuro”» Nel video, realizzato dalla compagnia “JUST MARìA”, c’è tutta l’anima dell’aria che danza e del vento, il vento siculo che siamo abituati a sentire, percepire, e che qui, tra le immagini e parole di questo filmato, sono riusciti perfettamente a cogliere. Nella speranza che il trapanese rinasca più forte di prima.