Svaligiano due case di villeggiatura

0
460

Tre arresti effettuati in seguito alla segnalazione di una donna al 113, che riferiva che la sua casa di villeggiatura in località Pizzolungo era stata svaligiata di tutto quello che era presente al suo interno, dalla batteria da cucina, al televisore, al forno a microonde, posateria, e varia attrezzatura da giardinaggio ed altro ancora.

La donna aveva anche precisato che un’altra abitazione vicina alla sua presentava la porta di ingresso forzata e, dunque, i ladri, molto verosimilmente era penetrati anche al suo interno.

Grazie ai particolari forniti dalla vittima del furto, gli agenti si sono subito messi sulle tracce dei malviventi, avendo la donna riferito che, prima di giungere alla sua abitazione aveva incrociato un’auto con targa straniera con tre individui a bordo, notando anche che il porta bagagli era stracolmo e coperto da un telo che ne nascondeva il contenuto.

Il veicolo è stato così intercettato dalla pattuglie delle volanti in via Marsala, dove è stato fermato e controllato.

All’interno tre giovani, che sono stati identificati: il tunisino Hmida Hammami, 31 anni, che si trovava alla guida, Maurizio Di Dio, di 32 anni, ed un minorenne di 17 anni. Tutti con vari precedenti di polizia, soprattutto per reati commessi contro il patrimonio. Accertato che i tre erano gli autori del furto sia nella prima, che nella seconda abitazione, sono stati arrestati in flagranza di reato per i furti, mentre il minore è stato accompagnato presso il Centro di Prima Accoglienza Malaspina di Palermo. L’arresto è stato convalidato e, nelle more, della celebrazione della ulteriore fase processuale – dibattimentale i maggiorenni sono stati sottoposti all’obbligo di firma per tre volte alla settimana presso l’Autorità di Pubblica Sicurezza.