SEL: Regione assegni la riserva al Comune di Alcamo

Sull’incendio che ha devastato la riserva naturale “Bosco d’Alcamo” interviene anche il segretario regionale di SEL Massimo Fundarò, che parla di «incendio chiaramente doloso».

«Da anni – commenta – la nostra riserva è abbandonata a se stessa, non vengono effettuati lavori di manutenzione del sottobosco, gli interventi di prevenzione degli incendi latitano, la sorveglianza diurna e notturna è assolutamente insufficiente”.

«Non c’è il direttore della riserva – prosegue Fundarò – non c’è il piano di sistemazione della zona A, tutte inadempienze di legge che il soggetto titolare della gestione di ” Bosco d’Alcamo”, la Provincia regionale di Trapani non ha mai cercato di sanare».

Fundarò conclude la lunga nota con una proposta: «Il Commissario straordinario, Giovanni Arnone, chieda alla regione che la gestione della riserva naturale “Bosco d’Alcamo” venga tolta alla ormai latitante Provincia regionale di Trapani e venga assegnata al Comune di Alcamo. Si potrà, così, avviare un progetto di salvaguardia e rilancio della riserva – conclude l’esponente di SEL – in collaborazione con le associazioni ambientaliste e culturali (ricordo l’opera costante e preziosa del Comitato “Salviamo Monte Bonifato”) e dell’apporto tecnico e professionale della Forestale».