Scoperta piantagione a Carini seguendo un pregiudicato

Ennesima piantagione di droga scoperta a Carini dai carabinieri. I militari hanno arrestato in flagranza Massimo Grispo, 45 anni, pregiudicato e residente nella cittadina carinese. Per lui l’accusa è di “produzione di sostanze stupefacenti”. Appena due anni fa il 45enne aveva finito di scontare una pena ai domiciliari proprio per fatti di droga ed i carabinieri da quel momento lo hanno sempre tenuto d’occhio. Grispo aveva quasi subito ripreso a frequentare gli ambienti dello spaccio e gli investigatori lo hanno seguito passo passo sino a che non hanno deciso di entrare in azione. Ieri sera hanno fatto irruzione nella villetta dell’uomo in via del Dalmata scoprendo una piantagione di circa 40 piante di cannabis indica alte tra i 2 metri e i 2 metri e 70, oltre a marijuana già essiccata e, in parte, sminuzzata (per un totale di circa 3 Kg, da cui sarebbe stato possibile ricavare alcune centinaia di dosi) e il classico kit per il confezionamento. Per Grispo sono scattati nuovamente gli arresti domiciliari