Alcamo-Bollette esose e voli in ritardo, vincono i consumatori

Bollette troppo esose gonfiate illegittimamente e ritardi dei voli in aeroporto. L’associazione “Tutela noi consumatori” di Alcamo al centro di una serie di battaglie a garanzia degli utenti spesso gabbati dalle multinazionali e costretti a subire disservizi. Una vittoria è stata incassata dall’associazione consumatori che ha ottenuto il rimborso di ben mille e 200 euro a favore di una famiglia che si era rivolta allo sportello di via Diaz nel centro storico alcamese. La compagnia avrebbe addebitato illegittimamente questa cifra su una bolletta dell’energia elettrica. Il braccio di ferro è stato vinto con un’azienda del mercato libero che ha dovuto riconoscere il rimborso della cifra e la famiglia che ha fatto ricorso non ha nemmeno subito il distacco dell’utenza. Un problema virale di questi tempi quello delle bollette di energia elettriche o del gas alte. Spesso leggere fra le righe delle tantissime voci che compongono una fattura recapitata in casa del contribuente è quasi impossibile, e proprio per questo motivo lo stesso consumatore finisce per cadere sotto i colpi delle soverchierie delle grandi multinazionali. “Tutte le famiglie che ritengono di avere bollette di luce e gas troppo alte – si legge in una nota dell’associazione dei consumatori – possono rivolgersi al nostro sportello per avere informazioni e fissare con un Energy Manager dedicato che potrà gratuitamente consigliare le soluzioni idonee ad alleggerire le bollette”. “Questa vittoria – sottolinea il responsabile di Tutela Noi Consumatori Alcamo, Renato Cataldo – ci riempie di gioia perché ha permesso a questa famiglia di avere quasi uno stipendio in più, ma siamo anche convinti che se i cittadini imparano a consultare le organizzazioni di categoria dei consumatori molte altre famiglie potrebbero risparmiare dei soldi in questo momento di grave crisi economica”. Sempre l’associazione alcamese si sta anche muovendo per attivare una class action contro la Ryanair per i disservizi che si sono riscontrati nei giorni scorsi all’aeroporto di Trapani Birgi. A protestare numerosi passeggeri che hanno dovuto subire, loro malgrado , un enorme ritardo per la partenza di un volo per Bergamo, programmato per le 6,30 ma partito solo alle 11 a causa di un “guasto non meglio specificato”. “Parecchi passeggeri – sottolinea Tutela Noi consumatori di Alcamo -hanno aderito ad un’azione legale collettiva promossa dalla nostra associazione per ottenere la compensazione pecuniaria come previsto dalla legge”.