Schifani commissario per completamento impianti gestione rifiuti e termovalorizzatori

0
352

Il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani è stato nominato, con decreto del presidente del Consiglio dei ministri, Giorgia Meloni, commissario straordinario per il completamento della rete impiantistica integrata del sistema di gestione dei rifiuti in Sicilia. L’incarico avrà una durata di due anni ed è prorogabile o rinnovabile. La nomina arriva dopo l’approvazione della relativa norma nell’ambito del “decreto energia”. Tra gli obiettivi previsti dall’incarico a Schifani “la riduzione dei movimenti di rifiuti e l’adozione di metodi e di tecnologie più idonee a garantire un alto grado di protezione dell’ambiente e della salute pubblica”, oltre alla realizzazione e localizzazione di nuovi impianti di termovalorizzazione. “Sui rifiuti la Sicilia ha il dovere di voltare pagina: non possiamo più permetterci discariche sature, città sporche e costi milionari per il trasporto fuori regione.

Ci auguriamo – ha detto Giuseppe Badagliacca del sindacato Fiadel Cisal – che la nomina del presidente Renato Schifani a commissario straordinario per il completamento degli impianti, voluta dal Governo nazionale, rappresenti un impulso decisivo per recuperare il tempo perduto. È necessario aumentare sensibilmente la raccolta differenziata nelle grandi città siciliane – ha aggiunto la CISAL -, dotare l’Isola di impianti moderni ed efficienti e chiudere definitivamente l’era delle discariche nella nostra isola”. Intanto si appena risolta, ma con un incremento dei costi per il trasporto, il braccio di ferro fra gli impianti di gela e la discarica gestita dalla Trapani Servizi. Il sito gelese aveva deciso di respingere i carichi perché ritenuti non conformi, così la Regione ha firmato l’ennesimo provvedimento. I rifiuti indifferenziati delle trapanesi, anche quelli di Alcamo e Castellammare del Golfo, sono stati destinati ad una discarica del catanese.