San Vito Lo Capo – In cinque rischiano di annegare, eroico salvataggio dei carabinieri

0
575

Approfittando della bella giornata di sole e del clima ancora mite a San Vito Lo Capo, cinque turisti – due francesi, due norvegesi e uno svedese – di età compresa tra i 19 e i 49 anni, erano entrati in acqua per fare un bagno, noncuranti delle forti mareggiate. Ben presto si erano però trovati nell’impossibilità di rientrare iniziando a gridare aiuto, mentre la corrente li spingeva sempre più al largo. Altri bagnanti presenti in spiaggia, udendo le grida dei cinque in difficoltà, avevano così allertato il 112 della compagnia carabinieri di Alcamo che ha inviato sul posto la pattuglia più vicina: quella della stazione di San Vito Lo Capo guidata dal maresciallo maggiore Salvatore Doria. Arrivati sul posto i militari dell’Arma avevano constatato la gravità della situazione: ormai la distanza dalla costa era tra i 15 e i 40 metri. I due appuntati intervenuti, Daniele Salone e Eduardo Carandente, non hanno esitato. Il primo, dopo essersi legato intorno alla vita una lunga fune ancorata a riva, si è gettato in mare e, con un canotto di salvataggio è riuscito a portare in salvo tre dei cinque turisti. Carandente è riuscito a salvare gli altri due a bordo di un piccolo gommone, accompagnato dai proprietari del natante. Una operazione non facile: le condizioni del mare erano talmente avverse che la piccola imbarcazione utilizzata per il soccorso è riuscita a rientrare con notevoli difficoltà dopo il recupero, dopo essere stata ribaltata varie volte dalle grosse ondate. I cinque tratti in salvo, in evidente stato di shock, sono stati medicati sul posto dai sanitari del 118, che nel frattempo erano stati allertati. Per fortuna nessuna grave conseguenza per gli avventati turisti.