“Prima la salute dei tesserati”. Sul futuro dei campionati concordano Trapani e Libertas

da sinistra Basciano (Pall. Trapani) e Paglino (Libertas)

Futuro molto nebuloso, certamente a forte rischio di chiusura anticipata, per tutti i campionati di basket, nazionali e regionali, maschili e femminili, senior e giovanili. Sembra impossibile ipotizzare una ripresa regolare ad aprile quando il tempo necessario per completare i tornei non ci sarebbe più. Ieri alcuni organi di stampa avevano ipotizzato la posizione della Pallacanestro Trapani sul prosieguo del campionato di A/2 maschile che vede la squadra di Parente fra le prime quattro. E’ poi arrivata la nota ufficiale del club granata che ha specificato come non ci sia alcuna volontà di opporsi all’eventualità di chiudere la stagione anzitempo.

La società comunica anzi che nessuno dei suoi dirigenti, in nessuna occasione, ha espresso alcuna considerazione in merito. “Al momento – spiega la dirigenza – tutta la squadra, americani inclusi, si trova a Trapani e sta proseguendo individualmente il proprio lavoro fisico da casa secondo un piano specifico predisposto dallo staff”. La società della famiglia Basciano ribadisce poi che la nostra priorità è la salute dei nostri tesserati e che attende con assoluta fiducia le scelte che verranno prese nei prossimi giorni dagli organi preposti (CONI, FIP e Lega).

In serie C Silver pensiero molto simile da parte del presidente della Libertas Alcamo, Tanino Paglino. “Una stagione che difficilmente si potrà dimenticare così come il particolare momento che sta vivendo la nostra nazione. Davanti a mille emergenze, il futuro del campionato non è certamente una priorità ma in primis, in maniera assoluta – ha detto il numero uno della Libertas – viene la salute dei nostri tesserati, anche quella dei più piccoli che partecipano ai campionati giovanili. Non possiamo fare altro in questo momento che sperare che la situazione sanitaria evolva nel migliore dei modi – ha concluso Paglino – e fin da ora ci rimettiamo, con assoluta fiducia, alle decisioni che verranno assunte dal CONI e dalla Federbaskt”.

All’interruzione del campionato di C Silver, a quattro giornate dalla fine della stagione regolare, la Libertas occupa un settimo posto, a due lunghezze dall’Acireale, che le avrebbe già dato la certezza quasi matematica di disputare i play-off promozione per la terza stagione consecutiva. La regoular-season si sarebbe dovuta concludere proprio domenica prossima al Palatresanti quando sarebbe arrivata Giarre. Lo stop ha invece congelato tutto, almeno fino ai primi giorni di aprile.