Petrosino: cinque giovani talenti si raccontano

0
421

Il sindaco di Petrosino ha incontrato cinque cittadini del comune trapanese che si sono distinti per le loro doti. I cinque talenti petrosileni, Silvia, Costanza, Antonino, Giusy e Claudio, stanno infatti ottenendo straordinari risultati nelle  rispettive discipline sportive e musicali. I ragazzi hanno raccontato delle loro esperienze, delle loro gare ed esibizioni, e degli aneddoti già vissuti nonostante la loro giovanissima età.

Silvia Pipitone, 15 anni, è una campionessa di equitazione, vincitrice del titolo di campione regionale di salto ad ostacoli che si è svolto lo scorso anno ad Augusta. Pratica equitazione dall’età di 4 anni, e la sua passione e l’amore per i cavalli è nata il giorno stesso che ha visitato la fiera degli animali a Partanna.  Da dieci anni, quasi quotidianamente si sposta in giro attraverso la provincia di Trapani per allenarsi, e in tutta Italia nei fine settimana di gare. Iscritta alla Federazione Nazionale si sta preparando per i campionati italiani sia a squadra che in singolare.

Costanza Fasulo 9 anni, a tutti gli effetti una piccola reginetta della canzone italiana. Ha partecipato con successo alla scorsa edizione di “Ti Lascio Una Canzone”, dove si è esibita in duetto con tanti big della musica italiana, tra cui Gino Paoli, e ha vinto il Premio Musicale Nave Punica. Continua a studiare canto e a prepararsi con l’aiuto dei genitori e in particolare del papà che l’aiuta sia con la musica che con i testi. Ha inoltre partecipato come ospite ad un concerto in Puglia, organizzato da Grazia Di Michele.

Antonino Maniscalco, quindici anni e 185 cm di altezza, pratica box da sempre, visto che l’allenatore è il papa Simone,  ha già ottenuto più volte diversi affermazioni nei campionati italiani e regionali di categoria e lo scorso hanno ha vinto la medaglia d’argento ai campionati italiani che si sono svolti a Cuneo. Prossimo appuntamento sportivo e possibile traguardo per Antonino è il campionato europeo che si disputerà in Russia.

Giusy Barraco, campionessa paralimpica di nuoto, la cui storia è un esempio per tutti, sportivi e non. La sua straordinaria tenacia e forza di volontà l’hanno portata a superare la paura dell’acqua e nel giro di due anni, oltre ad imparare a nuotare, ha iniziato a gareggiare, ottenendo  il primo posto ai campionati italiani invernali assoluti, stabilendo il record italiano di categoria e tre medaglie d’oro ai campionati italiani estivi a Bari. Anche per Giusy c’è un nuovo traguardo in vista, infatti, si sta preparando per i mondiali del 2006.

Infine, Claudio Lo Cicero, 20 anni, giocatore di pallamano, terzino sinistro della Giovinetto Marsala e dall’età di diciassette anni componente della nazionale italiana. Sabato prossimo, con i compagni della Giovinetto inizierà il campionato di serie A2,  e quest’anno Claudio punta alla promozione in A1.

Il Sindaco ha cosi voluto ringraziare questi giovani petrosileni: “I sacrifici e l’impegno vostro e delle vostre famiglie,  sono ampiamente ripagati dalla grande soddisfazione per i risultati ottenuti. Questa soddisfazione non è, però, solo vostra, ma dell’intera cittadinanza.  Siete uno straordinario esempio di forza e virtù a cui la nostra comunità dovrebbe ispirarsi”. Al termine dell’incontro i  cinque giovani sono stati omaggiati di una targa ricordo.