Marsala: ucciso imprenditore

0
367

Baldassare Marino, 67 anni, imprenditore del settore edile, è stato trovato morto dentro un’auto, alla periferia di Marsala, in provincia di Trapani, in contrada Samperi. La vittima, che ha precedenti per mafia, sarebbe stata uccisa con diversi colpi di fucile che lo hanno raggiunto al torace e alle gambe. L’assassino, prima di fuggire ha lasciato sull’auto della vittima, una Opel Astra, una croce fatta con tralci di vite. Il delitto è avvenuto in contrada Samperi, all’estrema periferia di Marsala; l’auto dell’uomo, in passato coinvolto in indagini di mafia, era davanti a una rimessa di camion. Ad avvertire la polizia sono stati proprio i dipendenti del deposito, che hanno notato il cadavere nel lato guida; i colpi sono stati sparati dal lato passeggero, il vetro è frantumato. Secondo i primi rilievi degli investigatori, si tratterebbe di una vera e propria esecuzione mafiosa: l’uomo avrebbe tentato di fuggire, ma sarebbe stato raggiunto dai sicari e finito a fucilate. Marino, 67 anni, era socio di una ditta di calcestruzzi che si trova in contrada Strasatti, a poche centinaia di metri dal luogo del delitto, una zona molto isolata, con poche abitazioni nell’aperta campagna. L’indagine è coordinata dal pm Antonella Trainito, il medico legale ha già effettuato l’ispezione cadaverica, poi si procederà con l’autopsia. Gli investigatori al momento non escludono alcuna pista per il movente del delitto, come quella legata all’attività dell’imprenditore o ai suoi trascorsi giudiziari

Fotografia tratta da marsala.it