C/mmare del Golfo: sindaco apre pagina istituzionale

    Il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicola coppola, si mette a nudo. Una metafora per mettere in risalto l’ultima iniziativa del primo cittadino che ha deciso di sbarcare su facebook con un profilo personale a carattere istituzionale. Cliccando sulla pagina nicolacoppolapercastellammare si potrà accedere al profilo dove sono contenute tutta una serie di informazioni legate proprio all’attività istituzionale del Comune. L’iniziativa del primo cittadino non è casuale. Coppola infatti resta convinto della grande importante dei mezzi di comunicazione a qualsiasi livello. Quello aperto dal sindaco su facebook è quindi un vero e proprio profilo interattivo. La pagina assume carattere istituzionale perché serve esclusivamente per allacciare un ponte diretto tra l’amministrazione e i cittadini. Il primo cittadino sollecita quindi tutti i castellammaresi che lo riterranno opportuno di darne ampia diffusione, nell’esclusivo interesse della cittadinanza. Per ricevere gli aggiornamenti in automatico bisogna cliccare “mi piace”. “Tale eventuale azione – sostiene lo stesso Coppola – non significa una passiva condivisione alla linea politica, ma assolutamente la più libera possibilità di critica o di condivisione, la possibilità di potere esprimere suggerimenti o segnalare distonie, problemi e quant’altro. Il tutto con l’unica preghiera richiesta che si riferisce all’obbligo di tutti di assumere atteggiamenti garbati e civili e consoni al tema, nell’interesse e nel rispetto di tutti i cittadini di Castellammare del Golfo”. Coppola è stato eletto nel giugno scorso dopo averla spuntata in maniera abbastanza netta su altri quattro candidati a sindaco. Sin da subito il neosindaco ha dimostrato di tenere molto in considerazione proprio la comunicazione. Il popolare social network effettivamente è diventato un nuovo metodo di comunicazione efficacissimo. Le notizie rimbalzano alla velocità della luce, così come le polemiche e le problematiche. Proprio queste vogliono essere carpite dal neoprimo cittadino che in questi primi mesi ha già individuato le primissime emergenze da aggredire