Marsala: Non ha pagato la pubblicità elettorale, condannato il deputato Paolo Ruggirello

Il giudice di pace di Trapani , Giovanni Vinci, l’11 marzo scorso ha condannato Il deputato regionale trapanese Paolo Ruggirello per della pubblicità non pagata alla Casa Editrice Fortuna Editore di Marsala. Ruggirello aveva fatto della pubblicità elettorale per le Elezioni Regionali del 2012 e delle nazionali del 2013 che non aveva pagato per 1.560 euro in complessive tre fatture. Fortuna Editore gli aveva chiesto il pagamento della somma, dopo le elezioni , ma non avendo ricevuto nulla ha fatto un decreto ingiuntivo. Ed è proprio Ruggirello che si oppone al decreto ingiuntivo dinanzi al Giudice di Pace. Per Ruggirello “non c’era alcun impegno per la pubblicazione di spazi elettorali a pagamento”. Raffaele Tallarita, mandatario elettorale di Paolo Ruggirello, che aveva il compito di acquistare gli spazi elettorali, dice davanti al giudice di pace che non c’era nessun accordo. Ma Florinda Licari, giovane editrice, racconta al giudice invece di aver preso accordi direttamente con Paolo Ruggirello, che aveva anche mandato il materiale da pubblicare. E tira fuori una mail. E’ del 20 Febbraio 2013, dopo elezioni politiche. Florinda Licari chiede invia a Ruggirello la fattura per l’acquisto degli spazi pubblicitari “come d’accordo”. Paolo Ruggirello risponde: “Florinda scusami ma la fattura va annullata e me la vedo io con voi senza fattura” . Per il giudice è la prova che Ruggirello sapeva della pubblicità , solo che proponeva una “diversa forma di pagamento”, cioè senza fattura. Su tre fatture, il giudice ha riconosciuto a Fortuna Editore solo il pagamento ad una, perché per le altre non si è riuscito a dimostrare nulla. Non c’erano mail.  In totale fanno 1.040,00 euro più le spese, che Paolo Ruggirello dovrà pagare.

(fonte Tp 24)