Maltrattamenti e stalking, arrestato

0
456

Già arrestato, in flagranza, lo scorso luglio dai Carabinieri, per i continui maltrattamenti e persecuzioni a cui sottoponeva la moglie ed, in un ultimo gesto di rabbia, per aver anche picchiato e minacciato il suocero, stamattina per Francesco Paolo Mistretta si sono aperte le porte del carcere San Giuliano di Trapani.

Il 43enne partannese era stato sottoposto, con una serie di diverse ordinanze del Gip presso il Tribunale di Marsala, a provvedimenti cautelari sempre più gravi, passando dal divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla moglie, al divieto di dimora a Partanna, fino agli arresti domiciliari, che gli erano stati notificati appena sabato scorso. Le misure cautelari non avevano, però, in alcun modo sortito l’effetto sperato, contenendo l’indole dell’uomo, il quale aveva continuato a perseguitare la consorte, con telefonate, minacce e svariati altri tipi di molestie, anche indirette, violando così le prescrizioni che gli erano imposte.

Dopo le ennesime violazioni e le denunce da parte della donna, che nel frattempo ha comunque ottenuto la separazione, questa mattina, a distanza di soli quattro giorni dall’esecuzione dei domiciliari, l’uomo, è stato nuovamente arrestato passando direttamente al carcere, lasciando finalmente in pace la vittima delle sue ossessioni.