Libertas, Ferrara ritorna sulla “sua” panchina. Chiusa la parentesi Torriero

Roberto Torriero, dopo tre mesi e mezzo di lavoro, 4 vittorie in campionato e ben 7 sconfitte, non sarà più l’allenatore della Libertas. Anche i suoi assistenti Zichichi e Giuliano interrompono il rapporto con la società cestistica alcamese. La nuova settimana di allenamenti si apre quindi con il ritorno di Vincenzo Ferrara, alcamese doc, che per diversi anni ha guidato la squadra ottenendo importanti risultati e anche la promozione in serie C. Il tecnico ritorna al suo posto, quello che aveva fino a giugno scorso. A fargli da assistant-coach sarà il fratello Daniele. Entrambi sono figli del ds Mario Ferrara, una famiglia votata interamente al basket.

“Ringrazio di cuore Roberto, persona che stimo immensamente anche al di fuori del parquet, – ha detto il presidente Tanino Paglino – per il lavoro portato avanti con abnegazione e professionalità. A lui e al resto dello staff tecnico auguro nuove esperienze e grandi risultati, sia nella vita che nella pallacanestro”.

Un inizio di stagione in cui ci si aspettava di più dalla squadra, aspettative condivise dagli addetti ai lavori di tutta la Sicilia che avevano indicato la Libertas fra le squadre in grado di posizionarsi almeno fra terzo e quinto posto. Previsioni che hanno riguardato ovviamente anche tutte le altre squadre e che, in queste prime 11 giornate di campionato, sono state praticamente rispettate. L’unica rivelatasi errata è stata proprio quella relativa al quintetto alcamese che invece si trova in decima posizione. Certo è che la gestione Torriero ha dovuto fare i conti con una serie infinita di infortuni e intoppi di altro genere ma alcuni frangenti di partite e alcuni risultati non erano certamente preventivabili.

Rientra quindi coach Ferrara, che in questo avvio di stagione ha ottenuto eccellenti risultati con le giovanili MG Car Rental, che ritrova una squadra ben diversa rispetto a quella da lui stesso guidata fino a pochi mesi fa. “Intravedo tantissima qualità in questo gruppo in cui ripongo subito grande fiducia – ha detto Ferrara prima di cominciare il suo primo allenamento -. Pretendo però più amore per questa maglia che io adoro immensamente e maggiori sacrifici da parte di tutti. Il materiale umano per risalire – ha aggiunto il rientrante coach – c’è tutto specialmente adesso che stanno rientrando alcuni lungo-degenti”.