Grido e giuramento in sedi diverse. Cerimonia dei Vigili del Fuoco anche a Trapani

Evento storico, a causa delle misure per il contrasto al covid 19, per i vigili del fuoco che ieri hanno tenuto la loro prima cerimonia di “video” giuramento. Gli allievi dell’87° corso hanno giurato così fedeltà alla Repubblica italiana alla presenza del ministro dell’interno, Luciana Lamorgese. Una cerimonia particolare per tutti i nuovi vigili del fuoco che hanno giurato all’unisono ma in collegamento streaming, con i gruppi dislocati nei poli didattici del territorio.

Non il tradizionale momento vissuto nel piazzale delle scuole centrali antincendio a Capannelle, a Roma, ma un appuntamento simile, per in posti diversi, per garantire ai 466 allievi l’emozione del loro ingresso operativo nel corpo nazionale, seguiti dalle famiglie che hanno assistito tramite la diretta streaming. Gli allievi sono quindi rimasti nella propria regione di appartenenza nella quale, sempre per l’emergenza covid, avevano svolto anche buona parte del corso di formazione, pure attraverso modalità a distanza.

Nella sede del comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Trapani, in contrada Milo, hanno giurato i 67 allievi siciliani del polo didattico di Catania e di Trapani. La cerimonia ha coinvolto, in videoconferenza sincrona altri 13 poli didattici in altrettante regioni. Alle suole centrali antincendi di Roma hanno invece preso parte alla cerimonia nazionale, il ministro dell’interno, Luciana Lamorgese; il capo dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile, Salvatore Mulas; il capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, Fabio Dattilo ed il direttore centrale per la formazione, Gaetano Vallefuoco.

Il famoso e storico grido “lo giuro!!” dei 76 nuovi vigili del fuoco ha riecheggiato a Trapani così come per gli altri 390, per la prima volta, all’unisono ma in luoghi diversi, su tutto il territorio nazionale.