Giunta Surdi, lascia anche D’Angelo. Barone e Salato “promossi” assessori

A quasi un mese dalle dimissioni dell’assessore allo sport e mobilità, Giuseppe Campo, il sindaco di Alcamo Domenico Surdi e il suo partito, il Movimento 5 Stelle, hanno definitivamente chiarito le loro idee sul da farsi. Pescheranno all’interno del consiglio comunale e con la nuova nomina assessoriale riusciranno a recuperare uno dei cosiddetti dissidenti.

Il nuovo assessore sarà infatti Laura Barone, uno dei consiglieri che aveva firmato, ad esempio, la durissima e critica relazione sull’iter che aveva portato alla nascita della pista ciclabile. L’architetto di 49 anni prenderà il posto di Giuseppe Campo, dimessosi ufficialmente per motivi di salute. Ma l’ingresso in giunta della Barone non rappresenta l’unico movimento nell’esecutivo alcamese.

A breve dovrebbero arrivare anche le dimissioni dell’assessore all’ambiente Giuseppe D’Angelo che a suo tempo era stato presentato dal primo cittadino alcamese come il vero toccasana per risolvere il problema dei rifiuti, spesso trasformatosi in emergenza. Anche se nell’ultimo mese la percentuale d raccolta differenziata sta cominciando finalmente a risalire dopo due anni di caduta a picco, le strade fra D’Angelo e la giunta municipale di Alcamo si divideranno a breve.

Anche in questo caso tutto sarebbe stato definito. Il posto dell’assessore all’ambiente sarà affidato ad un altro consigliere comunale, l’avvocato Filippo Salato. Uno strano filo che collega i destini dei due pentastellati. Nel marzo del 2017 proprio la Barone fu la nuova capo-gruppo consiliare prendendo il posto che era stato di Salato, il primo nella storia dei 5 Stelle al consiglio comunale alcamese. Adesso entrambi, l’ex dissidente il fedelissimo, si ritroveranno insieme in giunta. C’è soltanto da capire se lasceranno l’incarico di consiglieri, come suggerisce il buon senso, o se opteranno per il doppio incarico reso possibile dalla normativa.