Paladangelo da 37 mesi in mano al Comune e sempre chiuso

Da più di 37 mesi, vale a dire tre anni e un mese, il Libero Consorzio, l’ex provincia regionale, ha concesso il palazzetto Enzo D’Angelo al comune di Alcamo. Tre anni trascorsi invano. Gli alcamesi, infatti, non hanno mai potuto usufruire della struttura. Da allora l’impianto, uno dei più belli della Sicilia occidentale, è sempre rimasto chiuso. Si sono succeduti ben tre assessori allo sport, in arrivo adesso il quarto, dirigenti comunali di area e capi-servizio ma il Paladangelo rimane tristemente chiuso.

Il ock-down causato dall’emergenza covid ha ulteriormente rallentato tutto ma le cose ancora da fare sono sempre quelle d cui si parla già dall’inizio dell’anno: pulizia dal guano dei colombi per le travi che sono collocate ad altezza elevata e arrivo delle apparecchiature elettroniche necessarie. Funziona invece il circuito di telecamere di video-sorveglianza e l’illuminazione esterna recentemente realizzati.

Tre anni è il tempo mediamente necessario dalle nostre parti per costruire una grande opera pubblica. Ad Alcamo invece non sono bastati per rimetterne in sesto una con interventi non difficilissmi. Nel 2017 l’ammontare delle opere necessarie per il ripristino del PalaDangelo era di poche decine di migliaia di euro.

I lavori, appaltati finalmente nel luglio dello scorso anno e cominciati ad agosto, sono stati completati ma adesso necessita il finanziamento del lotto finale per effettuare gli ultimi interventi. La sanificazione del palazzetto dagli escrementi dei colombi sulle travature che sorgono a circa 16 metri di altezza, la rivisitazione dell’impianto anti-incendio e quindi l’installazione delle apparecchiature elettroniche.

Insomma, nonostante il grande impegno dell’assessore allo sport, Giuseppe Campo, adesso dimessosi, e del suo staff burocratico, la riapertura del Paladangelo slitta per l’ennesima volta a chissà quando. Speriamo che l’amministrazione Surdi, in vista delle elezioni, riesca a riaprire una struttura importantissima per lo sport alcamese.