Distretto sanitario di Partinico, ripartizione fondi per PUC e inclusione. Sensibilizzazione pro screening

Passo avanti per avviare i progetti di utilità collettiva destinati ai
percettori del reddito di cittadinanza nei comuni che aderiscono al
distretto socio sanitario 41. Questo è stato uno degli argomenti al centro dell’incontro svoltosi nei locali dell’ex cantina borbonica di Partinico e servito anche per effettuare la ripartizione delle risorse per i progetti riservati ai beneficiari del reddito di cittadinanza nei comuni di Balestrate, Borgetto, Camporeale, Giardinello, Montelepre, Partinico, San Cipirello, San Giuseppe Jato e Trappeto.

Nel giro di pochi giorni è stato anche assicurato che saranno avviati i
tirocini previsti dal Pon -SIN (Sostegno Inclusione Attiva) e l’assistenza domiciliare sempre in favore dei disabili. I vertici del distretto socio- sanitario hanno inoltre comunicato di avere già avviato le attività in favore dei minori e delle famiglie. Nel corso dei lavori si è evidenziato un clima di compattezza e di collaborazione fra le amministrazioni dei 9 comuni della parte occidentale della provincia di Palermo e le commissioni del comprensorio. Un clima che potrebbe consentire di utilizzare al meglio le risorse in favore delle fasce più deboli della popolazione.

Nel corso dei lavori sono state fornite ai sindaci informazioni
dettagliate sull’andamento del contagio nel distretto di Partinico e sulla riunione con la Prefettura per la ripartenza dei trasporti scolastici. I primi cittadini sono quindi stati invitati a sensibilizzare gli studenti affinché prendano parte allo screening che è stato predisposto, oggi, domani e domenica, in vista del rientro in classe della popolazione scolastica di medie e superiori.