Contrabbando di sigarette, sequestrate 85 stecche a Trapani. Denunciato uomo di 47 anni

0
77

Andava in giro neo pressi del porto di Trapani con l’autovettura piena di sigarette di contrabbando. E’ stato però fermato e denunciato dalla Guardia di Finanza durante la consueta attività di controllo economico del territorio. Le fiamme gialle hanno quindi denunciato un 47enne, residente in un comune confinante con Trapani, trovato con 22 chilogrammi di sigarette di contrabbando. Una dei “baschi verdi” del Gruppo di Trapani, durante un posto di controllo nei pressi del porto, ha intimato l’alt ad un’autovettura in transito.

Nel corso dell’attività, insospettiti dall’eccessivo nervosismo del guidatore, i finanzieri hanno effettuato un controllo più approfondito del mezzo riuscendo a individuare una voluminosa scatola di cartone adagiata sul sedile posteriore, all’interno della quale venivano rinvenute 85 stecche di sigarette, fra Chesterfield e Merit, prive delle strisce filigranate dei Monopoli di Stato e pronte ad essere vendute a prezzi concorrenziali sulla piazza.

Le sigarette, che pesano poco più della metà di quelle originali e che avrebbero procurato un guadagno di circa 3.500 euro, provenivano molto verosimilmente dal mercato nordafricano. Le 85 stecche sono state sottoposte a sequestro per essere successivamente concentrate in un deposito dei Monopoli di Stato. Anche l’autovettura utilizzata per il trasporto è stata sequestrata, mentre il guidatore del veicolo, un pregiudicato quarantasettenne, è stato denunciato a piede libero per contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

Il contrasto al contrabbando di tabacchi, oltre a voler tutelare il gettito fiscale all’Erario, è orientato soprattutto a garantire la salute dei consumatori in quanto sono sconosciute l’origine e la qualità del tabacco nonché delle altre sostanze utilizzate nel confezionamento delle sigarette.