Commissione UE visita anche azienda alcamese. Poi ISMETT e treni POP (VIDEO)

Anche l’azienda alcamese MELCAL, che ha sede nella zona industriale calatafimese di contrada Fegotto,  è stata al centro della visita effettuata in Sicilia dalla Commissione Europea per fare il punto su alcuni progetti significativi finanziati dal Po Fesr Sicilia 2014-2020. La ditta, specializzata nella produzione di gru e mezzi di sollevamento per il settore marino e le aree portuali di tutto il mondo, ha realizzato un progetto da 700.000 euro, sostenuto dal Po Fesr con 245 mila euro, per rendere più efficiente il processo produttivo con l’acquisizione di nuovi macchinari. Un finanziamento mirato a incrementare l’efficienza dell’azienda alcamese, cresciuta a dismisura in poco più di 12 anni, che produce gru sofisticate e altre attrezzature meccaniche ed idrauliche da installare a bordo di navi e piattaforme di vario genere.

La delegazione dell’esecutivo dell’Unione Europea, assieme ai rappresentanti dell’Agenzia nazionale per la Coesione territoriale, ha anche visitato i nuovi laboratori con le attrezzature per la medicina di precisione realizzati all’Ismett di Palermo, nell’ambito di un intervento di circa 16 milioni e mezzo di euro cofinanziato dal Po Fesr. Il progetto prevede il potenziamento dell’infrastruttura “GMP Facility” che rientra tra quelle ritenute prioritarie dal Ministero della Ricerca. Sono stati realizzati laboratori di diagnostica per immagini e per lo sviluppo di terapie avanzate basate sull’uso delle cellule. Il progetto è considerato tra i più importanti del Sud Italia dall’Agenzia per la Coesione Territoriale.

La visita della Commissione Europea è proseguita poi su un treno Pop brandizzato “EuropeLoveSicily”, acquistato dalla Regione nell’ambito di una fornitura di 21 convogli finanziata dal Po Fesr con più di 165 milioni di euro. E’ emersa quindi la proposta di ampliare la fornitura di treni Pop acquistando altre quattro vetture da destinare alle linee con maggiore possibilità di sviluppo.