C/mmare del Golfo: Guidaloca, stabilimenti “fuorilegge”

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – La “guerra” comincia dalla spiaggia di Guidaloca. Il sindaco Nicola Coppola ha disposto lo stop a tutti gli scarichi dei vari stabilimenti balneari. Nessuna delle strutture installate nella spiaggetta dello splendido anfratto di costa castellammarese aveva dei regolari scarichi di reflui. Tutti erano dotati di semplici fosse Imhoff che però non garantivano l’assoluto contenimento degli scarichi, quindi con potenziali perdite a mare. Proprio per questo motivo il primo cittadino ha deciso di intervenire.

Il primo cittadino ha deciso di adottare il pugno di ferro in materia. Ritiene inaccettabile che un territorio turistico come Castellammare debba soffrire di queste situazioni ambientali che ne pregiudicano immagine ed ecosistema. Non a caso nei giorni scorsi la giunta municipale ha stabilito di costituire un’apposita squadra adibita esclusivamente a questo tipo di controlli che avverranno addirittura a cadenza settimanale. La decisione dell’amministrazione comunale parte dalla raffica di autorizzazioni che stanno rilasciando il demanio marittimo e il Suap, lo sportello attività produttive, per il montaggio delle strutture da adibire ai lidi balneari provvisti di scarichi fognari in prossimità della linea della battigia. Entro il prossimo 20 maggio verrà costituita una squadra che sarà composta da due vigili urbani e da un tecnico del Comune competente in materia di scarichi fognari. Dovrà monitorare ogni settimana gli scarichi fognari realizzati con fosse settiche a tenuta o disperdenti in prossimità della linea di costa del territorio comunale. L’unità operativa che si andrà a costituire sarà dotata di speciale attrezzatura: in pratica avrà a disposizione speciali polveri traccianti che, immessi negli scarichi da controllare, segnaleranno il punto in cui sfociano. In questo modo quindi si andrà a verificare la regolarità delle prescrizioni che sono imposte a livello ambientale. Questo tipo di controlli riguarderanno in particolare lidi balneari e pontili galleggianti. I titolari di lidi e pontili saranno chiamati a fornire tutta l’assistenza necessaria alla squadra formata da tecnico e vigili urbani, in particolare dovranno anche fornire seduta stante informazioni inerenti la ditta autorizzata di autoespurgo. Nel contempo la stessa unità operativa è stata chiamata a fare analoghi controlli per la verifica della qualità delle acque dei villaggi che scaricano con apposito depuratore direttamente a mare. La decisione di questo stringente controllo da parte del Comune nasce dal braccio di ferro tra l’amministrazione comunale e il demanio in tema di rilascio delle autorizzazioni lungo la costa di concessioni a raffica.

also known as the Kingdom of Great Britain
spaccio woolrich bologna Macro Greens and Miracle Reds

You get more out of less time
woolrich outlet6 Famous Geniuses You Won’t Believe Were Perverts