C/mmare del Golfo: boom di multe dei vigili urbani

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Piovono multe a Castellammare del Golfo. Nell’anno appena trascorso il giro di vite dei vigili urbani ha potato i suoi frutti, con un aumento di circa il 50 per cento delle sanzioni rispetto al 2012. Un vero e proprio boom che non si aspettava neanche il Comune, tanto che l’amministrazione guidata dal sindaco Nicola Coppola ha dovuto fare ricorso ad un ulteriore stanziamento in bilancio per la gestione del sistema di notifica dei verbali, affidata ad una ditta esterna. Questo quanto si evince dalla determina del responsabile del V Settore del Comune, Giorgo Collura. Non viene specificato quanto è previsto di introito dalle multe elevate ma si capisce che si tratta di una grossa cifra. Infatti per l’aumento di accertamenti e l’espletamento delle notifiche l’ente municipale castellammarese è stato costretto a stanziare una cifra record di ben 50 mila euro. Tanto per dare un termine di paragone il servizio ogni anno costa, in via ordinaria, 42 mila e 500 euro. Da qui si evince chiaramente che evidentemente i verbali sono raddoppiati e di conseguenza anche i costi di gestione. Nello specifico il Comune già dal 2011 effettua il servizio di raccolta e gestione del procedimento sanzionatorio che si sviluppa su base triennale per un ammontare complessivo di quasi 130 mila euro. La ditta esterna che sviluppa questo lavoro per il Comune, la società centro servizi informatici di Carini, ha sviluppato un vero e proprio software che funge da banca dati per la gestione dei verbali elevati dai caschi bianchi. Tutto automatizzato, quindi, anche per evitare che qualche furbetto la possa fare franca e riesca anche a far prescrivere la propria multa magari per una dimenticanza di notifica degli uffici. Sul fronte della viabilità da tempo Castellammare sta vivendo una rinnovata stagione, soprattutto per quanto concerne la gestione dei parcheggi a pagamento. In questo caso si vuole anzi eliminare l’esternalizzazione della gestione del servizio ma i tentativi portati avanti sono andati tutti a vuoto. Per ben due volte, nell’arco di tre mesi tra giugno e settembre, è andato a vuoto il bando del Comune per la selezione interna di 8 ausiliari del traffico i quali sarebbero adibiti alla verifica e al controllo delle strisce blu. Nessuno appare essere interessato all’interno della pianta organica dell’ente municipale a ricoprire questo incarico. Ci aveva provato già la precedente amministrazione guidata dal sindaco uscente Marzio Bresciani, ed anche l’attuale sindaco Nicola Coppola ha tentato la strada dell’internalizzazione del servizio ma senza successo. Sfumato sino ad oggi l’obiettivo del Comune di arrivare all’autogestione del servizio di parcheggi a pagamento. Ad oggi la società che ha in gestione le strisce blu ha effettuato il servizio mediante parcometri e con il supporto per l’appunto di ausiliari del traffico dipendenti della stessa ditta.