C/mare del Golfo-Sì ai parcheggi privati dalla giunta: adottata misura d’urgenza   

0
458

E’ ormai un muro contro muro tra gli organi amministrativi del Comune di Castellammare del Golfo e il consiglio comunale. Dopo le tariffe Tari, approvate dal sindaco con atto unilaterale nonostante la bocciatura del provvedimento da parte del consiglio comunale, adesso la giunta ha deciso di portare avanti anche la realizzazione di parcheggi in aree private nonostante il civico consesso sempre nei giorni scorsi ne abbia bocciato il relativo regolamento. La decisione è stata giustificata dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicola Coppola come “necessaria ed urgente” per evitare ingorghi e congestionamenti al traffico veicolare. Gli uffici comunali ritengono opportuno procedere, nonostante lo stop in consiglio comunale, alla realizzazione di aree private da destinare a parcheggi temporanei e stagionali nelle more della predisposizione di una nuova proposta di regolamento per l’adozione da parte del civico consesso. Gli attuali parcheggi pubblici secondo l’amministrazione castellammarese non sono assolutamente sufficienti ed in grado di accogliere le numerose autovetture presenti nei luoghi di maggiore attrazione turistica e balneare, come la spiaggia Plaja, cala Marina, Baia di Guidaloca, Scopello, Borgo e Faraglioni, Cala di Mazzo di Sciacca, Riserva dello Zingaro, Cala Bianca, contrada Conza e Ponte Bagni. “Tale insufficienza – viene evidenziato da alcuni funzionari del Comune – finisce con il determinare caos alla circolazione stradale, assalto al posteggio selvaggio, con gravi e serie conseguenze alla viabilità ma soprattutto alla sicurezza dei cittadini, siano essi pedoni o automobilisti, con pregiudizio per la pubblica incolumità”. La giunta ha quindi deciso di approvare la delibera con la quale il governo cittadino dispone che il VI Settore–Sviluppo economico e il comando di polizia municipale siano deputati ad autorizzare le aree private da destinare alla realizzazione di parcheggi temporanei e stagionali, su direttive comunque della giunta stessa. Quindi anche quest’anno sarà possibile autorizzare cittadini privati ad allestire spazi destinati a parcheggi seguendo comunque una serie di prescrizioni.