Cinisi, inaugurato centro rifiuti. Differenziata in crescita in Sicilia

Inaugurato ieri a Cinisi un nuovo centro comunale di raccolta finanziato dalla Regione con un milione e 284 mila euro di fondi comunitari. Un impianto moderno, capace di accogliere una tonnellata di rifiuti ogni 40 secondi e che sorge in un’area di 4 mila metri quadrati confiscata alla mafia, e in particolare alla famiglia di Provenzano. Al suo interno, dal primo agosto potranno essere conferiti non solo carta, plastica vetro e organico, ma anche rifiuti elettrici ed elettronici, oli esausti e pneumatici. Un meccanismo virtuoso consentirà inoltre ai cittadini di pesare i propri rifiuti alla consegna esibendo la tessera sanitaria e, se in regola col pagamento dei tributi, di ottenere uno sconto in bolletta.

Positivo l’assessore regionale all’Energia e servizi di pubblica utilità, Alberto Pierobon, che ha commentato il trend positivo e in crescita dei comuni virtuosi nella raccolta differenziata in Sicilia.

Al taglio del nastro di ieri era presente anche il sindaco di Cinisi Giangiacomo Palazzolo, che ha considerato la scelta del luogo come un bel regalo alla sua cittadina dopo il recente conseguimento di quota 70% di raccolta differenziata.