Castellammare. Risse, droga e alcol Appelli dei cittadini per la movida selvaggia

Movida selvaggia, fuori legge e in violazione delle norme anche non scritte che sono il riaspetto delle persone e cose. Invece le cronache riferiscono da tutta Italia episodi di violenza, pericolosi assembramenti nei tempi del Covid 19. Circola tanto alcol e droga e quindi i consumatori perdono i freni inibitori. C’è preoccupazione e l’ultimo allarme arriva da Castellammare del Golfo dove gli abitanti delle zone calde sono esasperati per i gravi episodi e atti di violenza che si consumano soprattutto nella zona Cala Marina. Lo stesso sindaco Rizzo con l’ordinanza di ieri ha limitato gli orari e disposti divieti per gli alcolici. Gli sforzi delle forze dell’ordine non mancano, ma ci vorrebbe l’esercito per controllare le vaste zone dove bivaccano gli scalmanati. Oppure ad una certa ora disporre il copri fuoco. Risse. Aggressioni. Agguati sono il serale pane quotidiano a Castellammare, soprattutto nei fine settimana, e spesso la musica sparata all’aperto a tutto volume contribuisce a creare caos e proteste degli abitanti bombardati dai decibel E’ allarme sociale e non solo a Castellammare. Già gli abitanti tremano al pensiero di cosa potrà accadere questa sera. I controlli non bastano occorre che nelle scuole si torni ad insegnare l’educazione civica. Occorre più impegno dei genitori. Occorre fare lezione a scuola su come ci si deve comportare. Ragazzi e ragazze allo sbando. Se continua questo malvezzo a rischio anche il turismo a Castellammare. Infatti la scorsa estete albergatori, titolari di case vacanze chiesero controlli contro la musica selvaggia e gli assembramenti caotici per le proteste degli ospiti decisi a non tornare più in questa bella cittadina non potendo riposare.