Castellammare del Golfo, trovato morto dopo 7 giorni: ennesimo dramma della solitudine

Sette giorni senza dare segni di vita. Chiuso nel suo appartamento e, probabilmente, anche nella sua solitudine. Se n’è andato in silenzio, così come aveva vissuto, un anziano di 80 anni di Castellammare del Golfo il cui corpo senza vita è stato ritrovato ieri sera in avanzato stato di decomposizione. E’ morto nel suo appartamento, colto da un malore come si presume rispetto a quanto accertato dal medico legale. La Procura non ha aperto in merito alcun fascicolo d’indagine e non ha disposto quindi l’autopsia sul corpo dell’anziano. La scoperta è stata fatta dai vigili del fuoco del distaccamento di Alcamo, allertati a loro volta dai carabinieri a cui era stato lanciato l’allarme dal capo del condominio in cui abitava l’80enne, al secondo piano di una palazzina di via Buccellato, una traversa della principale via Segesta. I pompieri, muniti di autoscala, sono entrati dalla porta sul balcone dell’abitazione che è stata necessariamente forzata. Una volta dentro i vigili del fuoco, muniti di equipaggiamento di autoprotettori quindi bombole e maschera, hanno visto l’uomo senza vita. E’ stato trovato a terra, proprio all’ingresso del bagno. Si presume che l’anziano si sia sentito male, magari avesse tentato di raggiungere il bagno ma prima che potesse riuscirci è stato stroncato da un arresto cardiocircolatorio. Secondo quanto stimato dallo stesso medico legale pare che il decesso possa essere riconducibile e 7-8 giorni fa: il corpo, oltre ad essere in avanzato stato di decomposizione, è stato trovato del tutto nero. L’80enne viveva da solo e sembra che facesse una vita molto ritirata, non avesse parenti vicini o comunque con cui si sentiva spesso. Non a caso è stato il capocondomino ad essersi insospettito perchè non lo vedeva uscire da tempo di casa e nonostante avesse più volte insistentemente bussato alla porta non aveva mai avuto risposto. Da qui l’allarme lanciato ai militari dell’Arma. E’ il secondo intervento simile che effettuano vigili del fuoco e carabinieri nell’arco di pochi giorni nel territorio. Lo scorso 8 ottobre in via Vico ad Alcamo è stato trovato morto nella sua casa in affitto un romeno di 59 anni di cui non si avevano più sue notizie da 5 giorni. I vigili del fuoco appena entrati in casa, dopo aver forzato il portone d’ingresso, hanno trovato il 59enne senza vita ancora in pigiama sul letto. Probabile che sia spirato per cause naturali durante il sonno.