Castellammare del Golfo, con le strisce blu si riparte da domani: un euro l’ora, in inverno 70 centesimi

0
316

Tornano attive le strisce blu a Castellammare del Golfo. Seppur a stagione inoltrata, anche a causa del passaggio dalla vecchia alla nuova amministrazione che si è insediata da qualche settimana, il governo cittadino guidato dal neosindaco Nicola Rizzo ha in particolare riattivato i parcometri: si parte da domani, domenica 8 luglio, senza sostanziali novità rispetto agli anni passati. I parcheggi a pagamento saranno attivi tutto l’anno, con una differenziazione di tariffe tra il periodo estivo e quello invernale.

Dall’1 giugno al 30 settembre gli stalli a pagamento saranno validi dalle 8 e sino alla mezzanotte al costo orario di un euro, con la possibilità per tutta la giornata di pagare un ticket unico da 5 euro. Invece dall’1 ottobre al 31 maggio i posteggi a pagamento saranno validi dalle ore 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 con la tariffa di 70 centesimi l’ora e solo nei giorni feriali nelle zone centro storico, mentre il ticket giornaliero sarà pario a 3 euro. La gestione è stata affidata ad una ditta esterna dietro affidamento con una gara ad evidenza pubblica.

I consiglieri comunali di opposizione proprio in questi giorni avevano sollecitato il governo cittadino a dar seguito all’iter di esternalizzazione del servizio di gestione degli stalli a pagamento lamentando il “totale caos con i parcometri non funzionanti e quindi con i posteggi liberi”.

“Il rilievo mosso – hanno comunque precisato i consiglieri di opposizione della lista Castellammare 2.0 – è finalizzato alla soluzione del problema e non è riconducibile a responsabilità politiche. Comunque il mancato introito va quantificato, producendo danni erariali notevoli e difficoltà nelle previsioni di bilancio”. In realtà attorno ai parcheggi a pagamento da tempo c’è una situazione di assoluto caos tanto che dopo anni di affidamento a ditte esterne la scorsa estate l’allora amministrazione Coppola dovette affidare il servizio alla Polizia municipale, anche se fu detto che quella era una soluzione “temporanea”.

Questo perchè era scaduto il contratto d’appalto con la ditta che gestiva il servizio e non si poteva procedere ad una proroga in quanto erano cambiate le regole in materia e dunque era necessario indire una nuova gara. All’epoca per far fronte all’arrivo dei turisti, e quindi ad un maggior afflusso di traffico veicolare, era stata espletata una convenzione con il Comune di Alcamo per il distacco di 8 agenti di polizia municipale a Castellammare. Prima della scorsa estate si era andati avanti con proroghe di questo appalto e ce n’erano state diverse.

A dire il vero il Comune già diverse volte aveva tentato di internalizzare il servizio, gestendo quindi in proprio le strisce blu ma nel 2014, per ben due volte nell’arco di tre mesi, è andato a vuoto il bando per la selezione interna di 8 ausiliari del traffico i quali sarebbero dovuti essere adibiti alla verifica e al controllo delle strisce blu. Nessuno si è mostrato interessato all’interno della pianta organica dell’ente municipale a ricoprire questo incarico.